Meno di Trenta, premio speciale al regista Ludovico Di Martino

Meno di Trenta, premio speciale al regista Ludovico Di Martino

Il riconoscimento verrà consegnato in occasione del Festival del Cinema Città di Spello
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Meno di Trenta assegnerà il primo Premio Speciale della sua seconda edizione a Ludovico Di Martino, regista ventottenne che negli ultimi anni ha firmato progetti prestigiosi per il cinema e per la TV. Tra i lavori da lui diretti spicca la terza stagione di SKAM Italia, teen drama realizzato da una crew particolarmente giovane nonché amato dagli adolescenti, e Di Martino ha dichiarato di recente l’importanza del dare spazio ai giovani “per provare a rinnovare il presente e per garantirci il futuro del cinema”.L’ultimo lungometraggio diretto da Ludovico Di Martino, l’action thriller La belva, per diverse settimane ha avuto inoltre il privilegio di restare inserito nella top ten dei film più visti su Netflix in 190 paesi.

MENO DI TRENTA, LA PREMIAZIONE

La premiazione si terrà tra venerdì 11 e domenica 20 giugno nell’ambito del Festival del Cinema Città di Spello e dei Borghi Umbri – Le Professioni del Cinema: la manifestazione, presieduta da Donatella Cocchini con la direzione artistica di Fabrizio Cattani,  è dedicata da sempre ai professionisti del dietro le quinte e ha deciso quest’anno di puntare i riflettori sui talenti Under 30 ospitando la seconda edizione di Meno di Trenta.

Inoltre, sarà previsto anche un secondo premio speciale – che verrà annunciato nei prossimi giorni – che sarà consegnato ad un giovane professionista che si sia distinto in una categoria diversa dalla recitazione e dalla regia – rigorosamente sotti i trent’anni.

MENO DI TRENTA, LE CANDIDATURE

PREMIO MIGLIORE ATTRICE DI CINEMA

Alida Baldari Calabria per ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone (01 Distribution)

Ludovica Francesconi per ‘Sul più bello’ di Alice Filippi (Eagle Pictures)

Beatrice Grannò per ‘Gli Indifferenti’ di Leonardo Guerra Seràgnoli (Vision Distribution)

Fotinì Peluso per ‘Cosa sarà’ di Francesco Bruni (Vision Distribution)

Daphne Scoccia per ‘Lontano lontano’ di Gianni di Gregorio (Bibi Film) e per ‘Palazzo di giustizia’ di Chiara Bellosi (Istituto Luce Cinecittà).

PREMIO MIGLIOR ATTORE DI CINEMA

Vincenzo Crea per ‘Gli Indifferenti’ di Leonardo Guerra Seràgnoli (Vision Distribution).

Mattia Garaci per ‘Padrenostro’ di Claudio Noce (Vision Distribution).

Federico Ielapi per ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone (01 Distribution).

Emanuele Linfatti per ‘La Belva’ di Ludovico Di Martino (Warner Bros. Pictures Italia).

Luka Zunic per ‘Non odiare’ di Mauro Mancini (Notorious Pictures).

PREMIO MIGLIORE ATTRICE DI SERIE TV

Beatrice Bruschi per ‘Skam Italia – Stagione 4’ di Ludovico Bessegato (TIMVision/Netflix).

Marianna Fontana per ‘Romulus’ di Matteo Rovere, Michele Alhaique e Enrico Maria Artale (Sky Atlantic).

Gaia Girace e Margherita Mazzucco per ‘L’Amica geniale 2’ di Saverio Costanzo e Alice Rohrwacher (Rai Fiction).

Margherita Morchio per ‘Curon’ di Fabio Mollo e Lydia Patitucci (Netflix).

Federica Sabatini per ‘Suburra – La serie 3’ di Arnaldo Catinari (Netflix).

PREMIO MIGLIOR ATTORE DI SERIE TV

Giovanni Amura e Francesco Serpico per ‘L’Amica geniale 2’ di Saverio Costanzo e Alice Rohrwacher (Rai Fiction).

Andrea Arcangeli e Francesco di Napoli per ‘Romulus’ di Matteo Rovere, Michele Alhaique e Enrico Maria Artale (Sky Atlantic).

Massimiliano Caiazzo per ‘Marefuori’ di Carmine Elia (Rai Fiction).

Brando Pacitto per ‘Baby 3’ di Andrea De Sica, Letizia Lamartire, Antonio Le Fosse (Netflix).

Ludovico Tersigni per ‘Summertime’ di Francesco Lagi e Lorenzo Sportiello (Netflix).

Le cinquine sono frutto di un monitoraggio di tutte le uscite e le messe in onda relative al periodo dall’1 novembre 2019 al 30 novembre 2020. Non sono stati considerati, tuttavia, i progetti presentati in ambito di festival (in presenza o in streaming) non ancora usciti su piattaforme o in sala nei mesi scorsi.

Ad assegnare i quattro premi principali sarà una giovane giuria stampa composta da Giulia Bianconi (Il Tempo)  Lucrezia Leombruni (DireGiovani.it), Chiara Nicoletti (FRED Film Radio), Damiano Panattoni (hotcorn.com), Gianluca Pisacane (Rivista del Cinematografo e Famiglia Cristiana) e Caterina Sabato (cinematographe.it).

Inoltre, ‘Meno di Trenta’ continuerà a prevedere due premi speciali che varieranno nella tipologia di anno in anno per poter dare spazio a diverse categorie di talenti: artisti ma anche tecnici, sempre in chiave Under 30. I riconoscimenti speciali saranno stabiliti anche quest’anno direttamente dalla direzione artistica.

Ideato da Silvia Saitta, Meno di Trenta in occasione della sua prima edizione a Roma – il 7 dicembre 2019, organizzata con Stefano Amadio direttore del portale cinemaitaliano.info – ha premiato Carlotta Antonelli, Giacomo Ferrara, Ludovica Martino, Giulio Pranno, Phaim Bhuiyan e Jenny De Nucci. Con il desiderio di continuare a valorizzare i giovani talenti dell’audiovisivo italiano – non solo artistici ma anche tecnici – ormai è un format in continua espansione, come avvenuto con il ciclo di incontri ‘Meno di Trenta alla Mostra’ organizzati durante la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2020 dalle testate Cinemaitaliano.info e Cinecittà News all’Italian Pavilion.

I media partner dell’edizione 2021 sono: Cinemaitaliano.info, Cinecittà News.it, Diregiovani.it, Hotcorn.com, The Giornaliste e The spot.news.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it