Nel caso dovessi effettuare i test per le malattie sessualmente trasmissibili posso recarmi in ospedale senza l’impegnativa?…

Ciao.
Qualche giorno fa ho avuto un rapporto omosessuale con un uomo che non conoscevo, io ero l’attivo.
Ammetto che ho ancora pochissime esperienze e ho avuto solo un unico rapporto sessuale precedente a quello di cui vi parlo.
Ecco all’inizio io e il mio partner ci siamo toccati e poi ci siamo abbracciati tutti nudi e io non indossavo ancora il preservativo e durante l’abbraccio ero già troppo eccitato e sfregandomi contro la pancia del partner gli sono venuto sopra. Io non ho avuto contatti con il suo seme. Non ho avuto contatti con l’ano assolutamente né con l’interno delle natiche, ma solo con la zona tra le due natiche ma all’esterno.
Dopo lui ha tirato fuori il preservativo e ha strappato la confezione con i denti ma il preservativo era integro e me lo ha messo e dopo avermelo messo mi ha praticato il sesso orale con il preservativo perché io non ho voluto assolutamente che me lo praticasse senza profilattico.
Dopodiché si è fatto penetrare sempre con il preservativo. Ecco all’inizio e durante la penetrazione avevo il preservativo, poi alla fine, forse per calo di desiderio o ansia di prestazione o agitazione non saprei, ma non ho più tenuto l’erezione (già quando lo penetravo l’erezione veniva meno) e quando sono uscito il preservativo si è sfilato dal pene, non l’ho trattenuto ed è rimasto dentro l’ano del partner.
Mi sono subito preoccupato e agitato, quasi stavo per avere una crisi isterica, ma lui mi ha detto di calmarmi e che non mi devo preoccupare, perchè non sono venuto fuori, ma tutto lo sperma era dentro il preservativo.
Forse ho un po’ esagerato nel raccontarVi tutti i dettagli e se Vi ho turbati Vi chiedo davvero scusa, non voglio risultare volgare, ma se non raccontassi tutto non saprei come spiegarmi meglio per farmi capire.
Ora sono preoccupatissimo, nervoso, agitatissimo perché mi chiedo se ho corso qualche rischio di contrarre qualche brutta malattia.
Da ieri (oggi un po’ meno) poi sento bruciore nella parte intima, prurito sul corpo (non nella parti intime, ma tipo sul petto, sulle braccia, sul collo, sulle gambe, tra i capelli e sul viso), grande preoccupazione. Ho non solo paura ma un vero terrore di aver preso qualche brutta malattia. Ma non vorrei anche essere io che sono paranoico, mi sembra di sentire tutti i sintomi di Hiv, sifilide ecc. Ci sono momenti in cui mi sembra di avere la febbre, ma non ce l’ho, altri momenti mi sembra che ho i linfonodi ingrossati… cioè sono proprio terrorizzato.
Ho corso qualche rischio?
E nel caso dovessi effettuare i test per le malattie sessualmente trasmissibili posso recarmi in ospedale senza l’impegnativa del medico di famiglia per tutti i test delle malattie sessualmente trasmissibili? Sono tutti gratuiti e posso farli tutti in anonimato? Devo parlare con uno specialista in particolare? Piuttosto sono anche disposto a pagarli ma li posso fare in forma anonima tutti quanti? Sapete non oso parlarne col mio medico che conosce benissimo i miei genitori e ho paura che gli dica tutto, e non me la sento di parlarne con la mia famiglia perché non sanno nulla di me…
Spero davvero con tutto il cuore che mi rispondiate, sono veramente agitatissimo e spaventatissimo.,

Caro Luigi,
capiamo la tua preoccupazione visto che sei alle prime esperienze, ma di certo tutta questa agitazione non ti aiuta a capire come stai effettivamente. Comunque è davvero difficile che a così poca distanza dal rapporto che tu ritieni a rischio si sviluppino sintomi evidenti di qualche malattia sessualmente trasmissibile. Il prurito che senti su tutto il corpo può avere cause diverse, tra le quali anche l’ansia e la suggestione che ti stanno opprimendo in questo momento.
Dato che il preservativo si è sfilato solo durante l’uscita dall’ano non dovrebbe esserci il rischio di contrarre un’infezione sessualmente trasmissibile.
Il rischio nei rapporti anali è dato dal fatto che la mucosa rettale è molto sottile e tende quasi spesso a rompersi o lacerarsi, per questo è sempre consigliato utilizzare i preservativi con l’aggiunta di un lubrificante senza grassi.
Comunque, nel caso di un dubbio importante, la cosa migliore è recarsi subito presso un centro di consulenza specifico. Non sappiamo dove vivi, ma in genere le ASL hanno un servizio che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della cura delle malattie trasmissibili sessualmente.
In genere offrono anche consulenze telefoniche e con loro puoi valutare se è il caso di effettuare la visita medica specialistica infettivologica. Successivamente, su indicazione del medico infettivologo, si effettuano i prelievi per la diagnosi delle malattie sessualmente trasmissibili. in genere la confidenzialità e la riservatezza delle informazioni raccolte e degli esami effettuati sono assolutamente garantite. Inoltre sono spesso gratuite perchè rientrano in un programma di prevenzione. Tuttavia ogni ASL ha il suo funzionamento, quindi devi informarti presso quella della tua zona.
Speriamo di esserti stati utili e di averti tranquillizato almeno un po’.
Un caro saluto!,Luigi, 23 anni,13-05-2014,Sessualità-SeSso è meglio,malattie sessualmente trasmissibili

Autore: L'èquipe degli esperti
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it