Ho perdite vaginali abbondanti di colore giallo, forse flogosi...

Ho perdite vaginali abbondanti di colore giallo, forse flogosi…

Ciao, vi scrivo in merito ad un problema che non riesco a risolvere. In breve è da più di un anno che ho delle perdite vaginali abbondanti di colore giallo che non riesco a eliminare. Inizialmente erano accompagnate anche da un forte prurito, che in seguito ad una terapia antimicotica e all’uso di ovuli, almeno il prurito è quasi del tutto scomparso. Ho fatto tutti gli accertamenti: tamponi a go-go, anche l’HPV e il pap test: tutto negativo, tranne il pap-test che non si è potuto analizzare per flogosi intensa. è qui mi sono preoccupata, ho fatto di nuovo il tampone che mi continua a riscontrare abbondante crescita di streptococcus agalactiae, flora latto bacillare assente, alcune cellule epiteliali, rari leucociti! sono andata da un altro ginecologo e questo mi ha dato una cura con antibiotico per os, lavande, crema antibiotica interna, crema esterna e ovuli, che ho seguito nei dettagli. sono trascorsi 20 giorni dalla fine della cura e credevo finalmente di aver risolto… e invece adesso mi ritrovo di nuovo queste maledette perdite ! mi sento proprio fallita! 🙁 non so più cosa fare:intimo in cotone, detergente inodore per pelli sensibili e delicate, yogurt, anche i rapporti cerco di ridurli al minimo, e a 0 nei periodi di cure ! ho paura che l’infezione sia diventata cronica ! non ne posso più di stare tutto il giorno, tutti i giorni con assorbenti! se per favore potete darmi qualche dritta perché io non so più cosa fare! mi devo preoccupare ? Grazie mille.

Eva, 23 anni


 

Cara Eva,
capiamo la frustrazione e la preoccupazione che nasce quando ci troviamo di fronte a sintomi dove sembra non esserci mai una fine ed una soluzione. Questo crea sicuramente ulteriore stress ed ansia che potrebbe uteriormente amplificare la sintomatologia. Da quanto scrivi ci sembra che vi è stato un approfondimento accurato quindi hai fatto tutto il possibile ma forse è sfuggito qualcosa. Ad esempio in merito ai rapporti ci chiediamo se siano stati protetti o se anche il tuo partner abbia fatto degli accertamenti. Un ulteriore accortezza, infatti, è quella di utilizzare il preservativo in caso di rapporti sessuali, lo stimolo meccanico, il contatto con lo sperma, infezioni ai genitali del partner e così via possono alterare lo stato della vagina e provocare irritazioni o infiammazioni che possono fornire un terreno favorevole allo sviluppo dell’infezione. Detto ciò a volte le vaginiti possono dipendere anche dall’alimentazione a tal proposito vorremmo suggerirti, se non lo hai già fatto, di chiedere consiglio su questo aspetto al tuo ginecologo di fiducia o ad un nutrizionista che potrà darti tutte le informazioni possibili.
Facci sapere come sta procedendo.

Un caro saluto!

Autore: L'èquipe degli esperti
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it