Roma, il liceo Ripetta approva regolamento per supportare alunni transgender

Roma, il liceo Ripetta approva regolamento per supportare alunni transgender

Rete Studenti Medi: "Portiamo Carriera Alias anche negli altri istituti"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Alcuni giorni fa il Consiglio di Istituto del liceo artistico ‘Ripetta’ di Roma ha approvato un regolamento per l’attivazione e la gestione della Carriera Alias, un profilo alternativo e temporaneo dedicato alle persone in transizione di genere, che permette di sostituire dentro la propria scuola il nome anagrafico con quello adottato fino all’ufficiale rettifica anagrafica. Oggi i ragazzi e le ragazze della Rete Studenti Medi del Lazio, lanciano un’iniziativa per invitare anche le altre scuole del territorio ad adottare la Carriera Alias, attualmente approvata da pochissimi istituti italiani.

“Vogliamo fare in modo che questo strumento sia approvato in tutte le scuole del Lazio– scrivono gli studenti della Rete in un documento pubblicato online- Ogni persona deve sentirsi libera di esprimere sé stessa, essere riconosciuta per la propria identità e con il nome che ha scelto, soprattutto all’interno dell’ambiente scolastico”.

L’obiettivo del regolamento è quello di garantire alle studentesse e agli studenti in transizione di genere la possibilità di vivere in un ambiente di studio sereno, attento alla tutela della privacy e della dignità dell’individuo, idoneo a favorire i rapporti interpersonali affinché siano improntati alla correttezza ed al reciproco rispetto delle libertà e dell’inviolabilità della persona. L’attivazione della carriera Alias può essere richiesta dalla famiglia di un alunno minorenne o dall’alunno maggiorenne che dimostri di aver intrapreso un percorso psicologico e/o medico teso a consentire l’eventuale rettificazione di attribuzione di sesso e desideri utilizzare un nome diverso da quello anagrafico.

Le scuole che adottano la Carriera Alias sono ancora poche, mentre sono diverse le Università che hanno approvato il regolamento: dalla ‘Ca’ Foscari Venezia’, all’Università di Padova, dall’Università Roma Tre, all’Università di Sassari.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Chiara Adinolfi
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it