“Liguria in classe”, i viaggi d’istruzione diventano virtuali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

GENOVA – Tempo di gite ma non in quest’anno segnato dalla pandemia. A risolvere il problema di molte scuole che si sono trovate senza la possibilità di portare fuori dall’aula i ragazzi sono le guide turistiche della Liguria che hanno proposto alle scuole una serie di viaggi virtuali nella loro regione. Il progetto si chiama “Liguria in classe” e già il titolo è molto eloquente.

“In un anno in cui il lavoro è stato pochissimo – raccontano le guide dell’associazione Guide Turistiche della Liguria – abbiamo avuto modo di sperimentare nuove vie per raccontare il nostro territorio e fare il lavoro che amiamo. Già durante il lockdown di primavera, abbiamo proposto visite in video conferenza a adulti appartenenti a fasce deboli e a diverse classi delle scuole secondarie inferiori e superiori. È stata una esperienza di volontariato entusiasmante che vogliamo ora mettere a regime e trasformare in una attività lavorativa che promuova la nostra professione, il territorio e porti la visita della Liguria agli studenti di altre regioni, fermi nelle loro classi o a casa con la didattica a distanza”.

Grazie a foto, video e presentazioni powerpoint, le guide locali abilitate condurranno alla scoperta dei luoghi più famosi della nostra regione e faranno assaporare il piacere di quella passeggiata che si realizzerà quando l’emergenza sanitaria sarà finita. Gli studenti potranno partecipare con le loro domande ed esprimere le loro impressioni, così ogni visita sarà diversa, vivace e personalizzata.

Le proposte elaborate dalle guide sono tante: dal Golfo dei Poeti raccontato dai poeti alle Cinque Terre ad un viaggio alla scoperta dei Romani in provincia di La spezia a Sarzana. Ma non solo tra le proposte c’è anche una sezione tutta dedicata al capoluogo ligure: la Genova risorgimentale e dei banchieri.

“Gli itinerari proposti coprono – spiegano le guide – tutte le province della nostra regione e avranno contenuti didattici (storici, artistici e di divulgazione della conoscenza del patrimonio del territorio) che verranno adattati all’età degli studenti. Si potrà visitare Genova, attraverso itinerari che ne raccontano le epoche storiche di massimo splendore, oppure si potrà intervistare Alfred Nobel in diretta da Sanremo, o ancora si potranno scoprire le vicende dei tanti letterati che hanno frequentato il Golfo dei Poeti o altrimenti si potrà passeggiare idealmente nel centro storico di Finalbolgo. E molto di più”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it