Sanremo 2021, alla scoperta delle Nuove Proposte: Greta Zuccoli

La cantautrice è in gara con "Ogni cosa sa di te"

SANREMO – Cosa succede se il brit pop incontra la melodia italiana e la canzone d’autore? Ne esce la musica di Greta Zuccoli, prima presenza femminile nelle Nuove Proposte della settantunesima edizione del Festival di Sanremo. La cantautrice è in gara con “Ogni cosa sa di te”, un brano che ha colpito molto i giudici di AmaSanremo che l’hanno selezionata- insieme al voto del pubblico da casa – per arrivare al palco dell’Ariston.

Un viaggio iniziato con il mito di Ed Sheeran: Damien Rice

Greta ha ventitré anni appena ma un curriculum di tutto rispetto, come sembra essere per la maggior parte dei giovani in gara quest’anno. L’artista di Napoli, infatti, può accostare il suo nome a quello dell’icona Damien Rice, cantautore irlandese noto anche per aver avuto una grossa influenza sulla musica e lo stile di Ed Sheeran. È proprio lui, infatti, a notare Greta a un suo concerto. A un aftershow per essere precisi. Le fa imbracciare una chitarra e la invita a improvvisare. È questo l’evento che segna l’inizio di un percorso che oggi la vede nella città dei fiori. In mezzo, nel 2017 il duetto con Rice all’Olympia di Parigi e un tour in barca a vela con lui nel 2018. 

Nella band di Diodato

Piccola curiosità: Greta, la scorsa estate prima dell’esperienza con AmaSanremo, è stata nella band di Diodato per i “Concerti di un’altra estate”. Chissà che il vincitore di Sanremo 2020 non le porti fortuna.

L’intervista ↓

2021-03-06T00:04:56+01:00