Insiste per farmi fumare ancora, ma a me non piace….

Salve vorrei chiedervi una cosa,
io ho 13 anni…e l’altro giorno ero a casa di un mio amico, lui ha un fratello più grande che fa il liceo e ci ha fatto provare il fumo…io all’inizio non volevo poi però ho accettato…e ho provato. bho non mi è piaciuto tanto…il fatto è che il mio amico ora mi chiede di fumare ancora e io gli ho detto no perchè non mi piace, però lui è come se volesse che lo facessi pure io per farsi coraggio….io non vorrei lasciarlo solo, è un periodo strano per lui, non vuole più andare a scuola, va malissimo e in classe praticamente non ha amici, io vado in un altra scuola….non vorrei lasciarlo solo, ma anche a me non va e non so quanto tutto questo sia giusto, bho…non so bene se faccio bene nemmeno a scrivervi, non vorrei tradirlo o fare la spia…ma so che è anonimo quindi ci provo…

Anonimo, 13 anni


Caro Anonimo,
grazie per averci scritto! Apprezziamo molto la preoccupazione e l’affetto che mostri nei confronti del tuo amico. Noi, in maniera del tutto anonima come sai, proviamo allora a offrirti qualche spunto di riflessione che speriamo ti sia utile con il tuo amico. 
Ci scrivi che hai provato con lui il fumo, che non ti è piaciuto e che, nonostante il tuo amico te lo stia chiedendo, non vuoi riprovare.
Con la tua grande sensibilità e capacità di osservazione, sei riuscito a percepire che il tuo amico sta vivendo un momento difficile, di disagio che lo sta isolando dagli altri e il fumo forse è un modo per cercare di evadere dai problemi. Da buon amico quale sei,  vorresti aiutarlo.
Quello che ti suggeriamo di fare, allora, è di continuare a stargli accanto, mostrandogli la tua amicizia e il tuo affetto. Parla con lui apertamente del fatto che non vuoi fumare ancora e che pensi che non sia giusto farlo perché le sostanze sono illegali e fanno male al nostro corpo, ma soprattutto che
vorresti aiutarlo perché lo vedi star male. 
Comprendiamo la tua fatica e i tuoi dubbi per questo hai fatto bene a chiedere un aiuto a degli esperti. Riteniamo infatti, che potrebbe essere utile per te condividere questi dubbi con un adulto di cui ti fidi. Potrebbero essere i tuoi genitori, un docente con cui ti senti a tuo agio oppure se è presente nella tua scuola, anche lo psicologo dello sportello d’ascolto. A volte, quando la situazione è più grande di noi, è bene saper chiedere aiuto a qualcuno di fiducia che ha maggiori strumenti per proteggere noi e i nostri amici. Questo non significa fare la spia, ma aiutare te stesso e il tuo amico a non fare gesti avventati che possono compromettere il vostro futuro.
Speriamo di esserti stati di aiuto, e torna a scriverci per farci sapere come va.
Un caro saluto

6 Marzo 2021