Nostro figlio non vuole alzarsi dal letto e condurre la sua vita normalmente..

Cari Esperti, siamo due genitori molto preoccupati. Nostro figlio di 25 anni non vuole più alzarsi dal letto e condurre la sua vita normalmente. Frequenta l’università ma non ha più dato un esame, inoltre rimane a casa tutto il giorno in pigiama. Abbiamo paura che possa essere un principio di depressione e non sappiamo a chi rivolgerci perché siamo contrari agli psicofarmaci, quindi non vorremmo parlare con uno psichiatra.

Genitori preoccupati


Cari genitori,
comprendiamo la forte preoccupazione che avete per vostro figlio e sulla base di ciò che scrivete concordiamo sulla necessità di chiedere aiuto. Intanto un primo confronto potreste averlo con il vostro medico di fiducia e capire lui cosa ne pensa e poi sicuramente rivolgersi ad un professionista psicologo/psicoterapeuta potrebbe essere utile. Vostro figlio, in realtà, essendo maggiorenne, dovrebbe cercare autonomamente il contatto con una figura che possa aiutarlo, ma chiaramente se in questo momento avete la sensazione che da solo non riesca a farlo accompagnatelo nella ricerca di aiuto. Avete provato a parlarne con lui? Non sappiamo da quanto tempo e come mai vostro figlio si senta così, se vi sono delle motivazioni personali profonde e se in qualche modo anche la pandemia può aver contribuito ad una chiusura e perdita di interesse per le cose e le relazioni. Purtroppo questo sta accadendo a molti ragazzi che hanno perso fiducia nel futuro e non riescono a orientarsi in un momento come questo in cui si respira un costante clima di sfiducia e incertezza.
Sicuramente potergli esporre le vostre preoccupazioni può essere un primo passo verso la comprensione di cosa sta accadendo; per intraprendere un qualsiasi tipo di percorso è fondamentale che vostro figlio sia consapevole di vivere un momento difficile, per questo aprire un dialogo è importantissimo.
Speriamo di esservi stati d’aiuto!
Un caro saluto!
L’equipe degli esperti
 


9 Marzo 2021