Elisabetta II risponde a Harry e Meghan: “Preoccupante la questione razziale”

La sovrana ha fatto sapere che affronterà quanto detto dalla coppia privatamente
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La regina Elisabetta esaminerà privatamente le problematiche tirate fuori da Harry e Meghan nella loro intervista a Oprah Winfrey.

L’intera famiglia è rattristata nell’apprendere quanto impegnativi siano stati gli ultimi anni per Harry e Meghan. Saranno sempre membri ben amati della famiglia”, si legge in una nota ufficiale di Buckingham Palace rilasciata dopo la messa in onda dell’intervista.

La coppia ha raccontato quanto la questione razziale sia stata fondamentale nella loro uscita di scena. Una via di fuga obbligatoria per il principe e la moglie, che nei mesi in Inghilterra ha anche pensato più volte al suicidio.

L’istituzione, quella che durante la chiacchierata con Oprah, nominano più volte avrebbe fatto pressioni su Harry e Meghan. Un membro della famiglia, del quale non è stata rivelata l’identità, avrebbe espresso “preoccupazioni” sul colore della pelle che Archie avrebbe ereditato.

“Una volta sposati – ha spiegato Meghan – tutto iniziò a peggiorare: non ero protetta. Anzi erano disposti a mentire pur di proteggere a mie spese tutti gli altri membri della famiglia. Nei mesi in cui ero incinta del mio primo bambino ci dissero che non gli sarebbe spettato nessun titolo né gli sarebbe stata garantita la sicurezza. C’erano anche preoccupazioni e conversazioni su quanto sarebbe stata scura la sua pelle quando fosse nato”.

La risposta della regina

“Le questioni sollevate, in particolar modo quelle razziali– si legge ancora- sono preoccupanti. Anche se alcuni ricordi possono variare, verrano presi molto sul serio dalla famiglia e affrontati privatamente. Harry, Meghan e Archie saranno sempre molto amati dai membri della famiglia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it