In the Heights, la lettera d’amore di Lin-Manuel Miranda al celebre quartiere di NY

GUARDA IL NUOVO TRAILER, presentato in occasione di un evento virtuale dedicato al musical
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Esplosioni di colori, strade piene di musica latina e hip-hop, coreografie da urlo, piccoli sogni che diventano grandi e l’amore. Il tutto accompagnato da un irresistibile ‘sapore latino’. Un po’ come in West Side Story. Tutto questo (e forse molto di più) è In the Heights – Sognando a New York, l’adattamento cinematografico del pluripremiato musical di Broadway (vincitore di quattro Tony Award) di Lin-Manuel Miranda (creatore di Hamilton), che ha lavorato alla sceneggiatura insieme a Quiara Alegría Hudes (anche autrice del libretto del musical). Inoltre, Miranda è l’autore di musiche e testi. Dietro la macchina da presa, invece, Jon M Chu (regista di Crazy & Rich). 

È un grande musical in cui si raccontano i grandi sogni di un ragazzo che è abituato a trascorrere le sue giornate immerso nella vita di quartiere. Ma è anche di un lavoro corale, quindi si approfondiscono i caratteri e i modi di essere dei vari personaggi“, ha raccontato Lin-Manuel Miranda, in occasione di un incontro virtuale dedicato al musical.  

“Questo film mostra come vivono le persone, dà spazio alla diversità ed è qualcosa di meraviglioso, ha aggiunto il regista Chu.

Dello stesso parere è anche il protagonista del film Anthony Ramos: “Non avevo mai visto un film in cui le persone erano così simili ai membri della mia famiglia, alle persone con le quali sono cresciuto nel mio quartiere. Questo musical è molto importante per me. Ci ricorda che realizzare i nostri sogni è importante. Dobbiamo avere il coraggio di sognare, perché i nostri sogni non sono folli“.

Dopo vari posticipi a causa della pandemia che sta costringendo le sale a restare chiuse, In the Heights debutta quest’estate al cinema distribuito da Warner Bros. Pictures.

IN THE HEIGHTS, LA STORIA

Luci puntate su Washington Heights: si respira il profumo di un ‘cafecito caliente’ davanti alla fermata della metropolitana della 181 Strada, dove un caleidoscopio di sogni raduna una comunità vibrante e compatta. Al centro di tutto ciò, c’è Usnavi (Anthony Ramos), il simpatico e magnetico proprietario di una bodega, che per evadere dalla sua routine quotidiana spera, immagina e canta una vita migliore.

IN THE HEIGHTS, LA LETTERA D’AMORE DI LIN-MANUEL MIRANDA AL CELEBRE QUARTIERE DI NEW YORK

“Il mondo si è fermato un anno fa. Abbiamo capito che le persone che ci circondano, che lavorano nei nostri quartieri, sono essenziali. Il fatto che il film celebri queste persone, come chi gestisce il negozio all’angolo della strada, è molto importante. La comunità è il fulcro di questa storia“, ha raccontato Miranda. Amo questo posto e l’intero film è una lettera d’amore a questo incredibile quartiere (Washington Heights, ndr), che è sempre il primo capitolo di tanti americani e penso che sia ciò che lo rende universale. Ti fa pensare cosa sia ‘casa’ e cosa significhi ciò: tutti i personaggi rispondono in modo diverso. Le domande su ciò che rappresenta casa per ognuno di noi sono molto personali. Per alcune persone ‘casa’ è un’isolato di un quartiere, per esempio“, ha raccontato Miranda. Il film, infatti, esplora il significato di casa: casa è dove sei nato/a, dove sei cresciuto/a o dove sei fisicamente e mentalmente. “Secondo me casa è ovunque tu vada. Le piccole rete che si crea con i vicini ti fa sentire a casa anche se sei lontano dalla tua terra d’origine. Il vicino che ti chiede ‘vuoi un caffè?’ oppure ‘hai bisogno della spesa?‘, ha aggiunto Quiara Alegría Hudes.

Questo film è un modo per far sentire ogni latinoamericano rappresentato sul grande schermo, dato che Hollywood sta appena iniziando a fare grandi passi verso l’inclusività“, ha detto Miranda. Grandi passi che hanno permesso all’attore, compositore e drammaturgo di origine portoricana di portare al cinema, all’età di 41 anni, la musica che aveva scritto quando ne aveva 19. 

Inclusività, storie universali ma anche il potere del sogno. Abbiamo tutti piccoli sogni, grandi sogni e questo film parla di questo. Tutti hanno un sogno. Giorno per giorno si affrontano diversi ostacoli ed è così che una comunità si riunisce per realizzare ciò che si propone di fare. Sono impressionato dal fatto che i bambini latini potranno vedere questo film e dire ‘Posso ballare così’ o ‘Posso essere il protagonista’ “, ha detto il protagonista Anthony Ramos, che ha già mostrato il suo talento in Hamilton. 

Inoltre, In The Heights è un musical che ha al centro la cultura latina ma in sé le ingloba tutte, come quella del regista Jon M Chu, di origini cinesi. “Anche se non ho vissuto a Washington Heights lì ho riconosciuto tutto l’amore. Ho riconosciuto i personaggi. Ho riconosciuto le zie e gli zii che ti crescono e ti dicono ‘ti voglio bene’. E mi piace che questa storia non abbia un cattivo. La lotta qui è quella che si fa con noi stessi, quando dobbiamo decidere cosa fare e chi essere in futuro“, ha raccontato Chu, che ha concluso:Mi auguro che, attraverso il film, le persone possano trovare la propria strada, la propria casa“.

IN THE HEIGHTS, IL CAST

Sognando a New York – In the Heights è interpretato da Anthony Ramos (A Star is Born, Hamilton a Broadway), Corey Hawkins (Straight Outta Compton, BlacKkKlansman), la cantante / cantautrice Leslie Grace, Melissa Barrera (Vida in TV), Olga Merediz (In the Heights a Broadway), Daphne Rubin-Vega (Rent a Broadway), Gregory Diaz IV (Matilda the Musical a Broadway), Stephanie Beatriz (Brooklyn Nine-Nine in TV), Dascha Polanco (Orange is the New Black in TV) e Jimmy Smits (i film di Star Wars).

Dietro la macchina da presa Chu che, dopo Crazy & Rich torna a lavorare con lo scenografo Nelson Coates e con il montatore Myron Kerstein. Alla fotografia c’è Alice Brooks, ai costumi Mitchell Travers e alle coreografie Christopher Scott.

Il film è prodotto da Miranda, Hudes, Scott Sanders, Anthony Bregman e Mara Jacobs, mentre David Nicksay e Kevin McCormick sono i produttori esecutivi.

IN THE HEIGHTS, IL NUOVO TRAILER 

IN THE HEIGHTS, IL SET 

Sognando a New York – In the Heights è stato girato a New York, principalmente nelle location della dinamica comunità di Washington Heights.

IN THE HEIGHTS, LE PRIME IMMAGINI

IN THE HEIGHTS, I NUOVI POSTER

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it