Il 16 marzo è la giornata del panda: 5 curiosità imperdibili

Il simbolo del WWF non è più a rischio estinzione!

Per oltre 50 anni è stato l’icona globale delle specie in estinzione e il simbolo del WWF.
Dal 2016, grazie alle politiche di conservazione, il panda gigante è stato declassato, diventando una specie vulnerabile.
Oggi è la Giornata del Panda, una festa per celebrare l’iconico urside e ricordare l’importanza della tutela dell’ambiente.

Per l’occasione, ecco alcuni fatti curiosi sul panda gigante.

  • Il panda trascorre 14 ore al giorno mangiando. Nonostante sia classificato come carnivoro, la sua dieta consiste per il 95% in germogli e foglie di bambù (almeno 38kg al giorno).
  • Il panda gigante è imparentato solo alla lontana con il panda minore.

  • I panda sono molto piccoli alla nascita (pesano circa 80 grammi) e hanno notoriamente problemi di vista, e per loro è difficile sopravvivere sia in cattività che in natura. In diverse occasioni, i neonati sono stati uccisi perché schiacciati accidentalmente dalle madri.
  • I panda giganti femmina sono pronti per la riproduzione solo una volta l’anno, per un periodo di fertilità che va dalle 48 alle 72 ore.
  • I panda lottano per procreare, sia per il numero ridotto della specie che per problemi di infertilità e accoppiamento.

    Sono stati usati una serie di metodi insoliti per cercare di favorire la copulazione. In passato, sono stati mostrati ai panda i video dell’accoppiamento di altri panda e ad alcuni è stato persino dato il Viagra. Per le femmine che ancora hanno difficoltà a concepire, è stata utilizzata la fecondazione in vitro.

2021-03-16T10:41:56+01:00