La mia ginecologa mi ha diagnosticato un nodulo al seno…

Ciao mi chiamo Clara, ieri la mia ginecologa mi ha diagnosticato un nodulo al seno, fibroadenoma mi pare… ora ho paura che possa essere qualcosa di negativo, anche se lei mi ha rassicurato che devo solo tenerlo sotto controllo, però ho paura perché l’ho sentito anche con la mano toccandomi il seno. Volevo un vostro parere se devo preoccuparmi o no

Clara

Cara Clara,
grazie per averci contattato. Comprendiamo la tua preoccupazione e dunque proviamo a darti qualche informazione in più.
Può capitare, soprattutto tra giovani ragazze, che durante una visita specialistica venga riscontrata la presenza di un fibroadenoma; questa diagnosi non deve spaventare, perché nella maggior parte dei casi si tratta di un tumore benigno che non è di natura cancerosa.
Un fibroadenoma è dovuto ad una crescita irregolare del tessuto ghiandolare della mammella e colpisce soprattutto le ragazze in età fertile e sotto i 30 anni, anche se può essere diagnosticato anche tra le donne più mature.
Si presenta come un nodulo isolato, duro al tatto e che si muove sotto la pelle: è facilmente distinguibile da una cisti perché si tratta di una massa solida, mentre quest’ultima contiene del liquido. Non rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di un tumore al seno ma va tenuto sotto costante controllo.
Le cause della sua insorgenza sono sconosciute. Si presume che gli ormoni sessuali femminili, gli estrogeni, svolgano un ruolo nello sviluppo di questo tumore benigno, tipico dell’età fertile. Infatti i fibroadenomi possono aumentare di volume in gravidanza e regredire durante la menopausa, quando cessa lo stimolo ormonale. Queste variazioni di volume del nodulo fanno ritenere che i tessuti di cui è composto il fibroadenoma rispondano ai cambiamenti ormonali allo stesso modo della ghiandola mammaria sana, quindi che il suo sviluppo sia ormono-dipendente.
Statisticamente la probabilità che un fibroadenoma possa degenerare in un tumore maligno sono praticamente nulle, non superano lo 0,3%.
Non sempre è facile, difronte a queste terminologie si attivano fantasie e timori profondi, per questo è importante la prevenzione. Stabilire con il proprio ginecologo dei controlli periodici che permettano di monitorare il quadro è la strategia più adeguata per poter contenere le paure.
Per qualsiasi dubbio torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it