‘A step to respect’, online la call contro le differenze di genere

Comunicare il rispetto attraverso l'arte è la proposta di BeAwareNow
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Educare al rispetto e al superamento delle differenze di genere attraverso l’arte partecipativa e le nuove tecnologie. Protagonisti e protagoniste gli studenti e le studentesse di tutta Italia. È lo scopo di ‘A step to respect’, il bando lanciato dall’associazione ‘BeAwareNow’ che punta a coinvolgere giovani delle scuole di primo e secondo grado in una campagna di comunicazione.

‘Comunicatio manifesta’, questo il nome della campagna, sarà infatti arricchita dai contributi dei ragazzi e delle ragazze: l’obiettivo è stimolarne la creatività e la capacità comunicativa per il fine ultimo di realizzare video, fotografie, disegni, saggi brevi, graffiti, opere pittoriche, destinate a coetanei, che esprimano il concetto di rispetto e di superamento delle differenze di genere. Studenti e studentesse possono partecipare singolarmente o in gruppo.

Ogni istituzione scolastica può partecipare con più elaborati. Inoltre, l’associazione ha già annunciato che il prossimo anno scolastico il progetto ‘Comunicatio manifesta’ coinvolgerà le città di Milano, Torino e Roma. Dal 2014 ‘BeAwareNow’ sviluppa progetti sul campo, attività di sensibilizzazione pubblica ed educazione in scuole e università in Italia e all’estero.

Mediante la metodologia dell’arte partecipativa, l’associazione invita ad attivarsi sui temi della tratta di essere umani e della violenza di genere, nel tentativo di contribuire a creare una cultura del rispetto, a costruire una cittadinanza attiva e a promuovere comportamenti responsabili. Per maggiori informazioni su bando per le scuole: www.beawarenow.eu

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Martina Mazzeo
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it