Sono di nuovo chiusa in casa con i miei genitori che litigano sempre…

Ciao esperti, mi chiamo Eleonora e ho 13 anni. Con questo nuovo lockdown diciamo sono di nuovo chiusa in casa con i miei genitori che litigano dalla mattina alla sera penso che questa volta non riuscirò a sopportarli. Li odio, stanno tutto il giorno a discutere per ogni cosa e c’è sempre un’aria tremenda in casa. Spero che si separino, lo spero con tutto il cuore e mi sento molto in colpa ma vi giuro stare con loro nella stessa casa è un inferno a volte non so che fare vorrei urlare scappare tagliarmi anche buttarmi dal balcone, giuro ci ho pensato…ma ogni cosa è meglio che stare con loro due che si odiano si insultano strillano e si dicono cose terribili. Vorrei chiedere aiuto ma non so a chi. Tra l’altro sono così concentrati su di loro che non si accorgono nemmeno di quanto sto male e quanto la mia vita sia diventata uno schifo da anni. Prima ero solare e allegra ora sono triste sola e infelice sarà il covid ma a me sembra che la mia vita è cambiata per sempre e non tornerà mi più come prima. A chi posso chiedere aiuto, un aiuto vero qualcuno che venga qui e faccia stare zitti quei due o che mi porti su un altro pianeta?

Eleonora, 13 anni


Cara Eleonora,
deve essere davvero difficile vivere questa situazione di tensioni e continui conflitti a casa, tra i tuoi genitori.
Comprendiamo il tuo stato d’animo, il senso di sconforto e di inaccettabilità per una situazione che non ti permette di vivere quella spensieratezza che alla tua età dovrebbe essere un’emozione predominante.
Certamente il Covid-19 per molte famiglie ha rappresentato un ulteriore fonte di stress, costringendo i componenti a trascorre molto tempo insieme, a condividere tempi e spazi che prima venivano vissuti singolarmente.
Ci arriva il senso di solitudine che provi in questo momento, il dispiacere e la rabbia per non sentirti vista da loro; dev’essere estremamente faticoso per te convivere con questi vissuti ma tu non hai alcuna colpa rispetto al tuo sentire.
Ci sembra davvero importante che tu possa condividere il tuo vissuto, così come hai già fatto con noi, con dei riferimenti adulti.
Forse potresti parlare direttamente con loro, aprirti, mostrare la tua sofferenza e l’impossibilità per te di vivere in un clima così litigioso e ostile. Probabilmente loro hanno bisogno di sentire anche la tua voce: talvolta i genitori sono così assorbiti dalle loro dinamiche, da dimenticarsi che il tutto influisce sul benessere dei loro figli. 
Al contempo potresti chiedere un aiuto allo sportello di ascolto psicologico, se presente nella tua scuola. Lì la figura dello psicologo sarebbe pronta ad ascoltarti e fornirti un sostegno emotivo per attraversare questo momento, capire come affrontare al meglio i tuoi genitori e attivare tutte le risorse che possiedi per fronteggiare lo stress, senza sentirti risucchiata dalle situazioni.
Speriamo davvero possa tornare, quanto prima a provare presto una sensazione di maggiore leggerezza e serenità.
Un caro saluto!

24 Marzo 2021