Ed Sheeran canta un inedito al funerale del suo amico e scoppia in lacrime

Il cantautore emozionato a qualche giorno dalla scomparsa di Michael Gudinski. Guarda il video
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Che si tratti di buone notizie, cattive notizie o qualsiasi altra cosa trovo che il modo migliore per elaborare le cose sia scrivere canzoni. Eccone una che ho finito la scorsa settimana”. Così Ed Sheeran ha introdotto un inedito – non presente sulle piattaforme digitali – scritto per l’amico scomparso qualche giorno fa, Michael GudinskiIl cantautore lo ha cantato alla sua commemorazione alla Rod Laver Arena di Melbourne, che l’ha visto salire sul palco emozionato come mai lo avevamo visto finora.

Il brano si intitola “Visiting Hours”, una dedica toccante che adesso sta facendo il giro di YouTube grazie a una fan che ha caricato il video sul suo canale. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Ed Sheeran (@teddysphotos)

Sheeran in lacrime

“Vorrei che il paradiso avesse orari di visita, chiederei se potessi portarti a casa”, canta Sheeran mentre la sua voce si interrompe e succede più volte durante l’esibizione.

Nel testo, poi, un riferimento alla figlia Lyra, nata alla fine dello scorso anno. E in un passaggio, Ed dice: “Vorrei che il paradiso avesse orari di visita, così che potessi venire per portarti buone notizie. Lei sta crescendo e mi piacerebbe che tu la incontrassi. Le cose che imparerà da me io le ho prese tutte da te.

Sheeran, nel corso della commemorazione, si è poi esibito anche in “The A Team”, “Castle on the hill” e in un duetto virtuale e a distanza con Kylie Minogue, nel brano “The Locomotion”. All’evento in ricordo di Gudinski anche artisti come Bruce Springsteen e Taylor Swift. 

L’esibizione di “Visiting Hours”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it