A cosa pensate quando sentite la parola “pandemia”?

Possiamo accendere i riflettori sul pianeta e cambiare tutto quello che non va
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
A cosa pensate quando sentite la parola “pandemia”?

Alle mascherine, al distanziamento sociale, ai meeting online. Agli ospedali, agli scienziati, alla quarantena, al lockdown. Alle famiglie divise e devastate dal dolore. Vediamo con facilità gli effetti della pandemia che stiamo vivendo, ma abbiamo mai riflettuto a fondo sulle sue cause? Abbiamo mai riflettuto a fondo su quanta natura è stata distrutta attraverso azioni insostenibili, a quanto il nostro Pianeta stia soffrendo?

Quando distruggiamo la natura e ci impadroniamo degli habitat naturali, rompiamo l’equilibrio e i confini del mondo naturale, costringendo le specie a un contatto più stretto tra loro, con gli animali e con noi: tutto questo rende più facile la diffusione delle malattie tra gli animali prima e al genere umano, poi.

Non sappiamo ancora di preciso quando usciremo dall’emergenza COVID-19 e non affronteremo il rischio di nuove pandemie non sarà scongiurato se non decideremo di ricostruire su basi nuove il nostro rapporto con la natura. Abbiamo la possibilità di accendere i riflettori sul pianeta e di cambiare tutto quello che non va!

Il video Virtual Spotlight del WWF, pubblicato in tutto il mondo per Earth Hour 2021, lancia questo messaggio: per risolvere i problemi del Pianeta dobbiamo agire uniti e le piccole azioni di ognuno di noi, unite, possono fare la differenza.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Diregiovani (@diregiovani)

 
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Piero Bonito Oliva
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it