VIDEO| La Compagnia del Cigno, la clip in esclusiva per Diregiovani

La domenica 11 aprile in prima serata su Rai1
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Riscaldate la voce e ‘accordate’ il divano: da domenica 11 aprile torna La Compagnia del Cigno con la sua seconda stagione composta da 12 nuovi episodi. Il progetto firmato da Ivan Cotroneo ha permesso al pubblico di imparare ad amare la musica classica attraverso le note e le storie di Matteo, Domenico, Barbara, Sofia, Robbo, Sara e Rosario, studenti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

LA COMPAGNIA DEL CIGNO 2, LA STORIA

Dopo il grande successo della prima stagione, che ha toccato punte di share superiori al 30%, nuove puntate per La Compagnia del Cigno, la serie di Ivan Cotroneo incentrata sull’amicizia, sul talento, sull’impegno, sulla salvezza che deriva dalla musica, sulla difficoltà e sulla bellezza di diventare grandi. Nelle nuove puntate ritroveremo protagonisti i sette giovani musicisti, sempre guidati dall’inflessibile maestro Luca Marioni, alle soglie dell’ingresso nel mondo accademico del Conservatorio, dove la competitività si fa più serrata. Ad accelerare i conflitti l’arrivo di un nuovo maestro, Teoman Kayà, ex allievo dello stesso conservatorio Verdi, vecchio amico di Marioni e di sua moglie Irene, e ora direttore d’orchestra di fama mondiale. L’arrivo di Kayà al Conservatorio e la sua collaborazione con Marioni hanno un fine segreto e a pagarne le conseguenze potrebbero essere sia Marioni e sua moglie Irene, sia i ragazzi, spinti gli uni contro gli altri per far sì che si consumi a loro insaputa una antica vendetta. 

LA COMPAGNIA DEL CIGNO 2, ANTICIPAZIONI EPISODIO 1 e 2

Episodio 1 – Il ritorno

Sono passati due anni dalla nascita della Compagnia e i sette ragazzi sono più legati che mai, pronti ad affrontare un momento fondamentale per la loro vita adulta: gli esami di maturità. La preoccupazione per un difficile momento famigliare rischia però di compromettere l’orale di Barbara, la più brava tra loro. A questo si aggiunge l’emozione per l’arrivo al Conservatorio di un ex allievo, Teoman Kayà, maestro e violinista di fama internazionale, che avrà l’onore di dirigere l’orchestra preparata con passione e amore negli anni da Luca Marioni. Per Luca e Irene, sua moglie, quello è il ritorno di un amico, in grado però di riaprire vecchie ferite.

Episodio 2 – Verità nascoste

Irene sente che Luca le sta nascondendo qualcosa sul suo rapporto con Teoman. C’è una frattura profonda che divide i due maestri e che ha origini lontane. I pochi giorni che Teoman trascorre ancora a Milano saranno l’occasione per riportare alla luce una scomoda verità e far capire a Teo che forse il passato non è del tutto superato come sembra. I ragazzi della Compagnia, intanto, sfruttano il poco tempo libero prima del concerto con Kayà per supportare Rosario nella ricerca del suo vero padre. Anche Barbara ripensa al suo passato, ignara che la causa del suo trasferimento a Milano sta per tornare prepotentemente nella sua vita.

LA COMPAGNIA DEL CIGNO 2, IL CAST

Nel cast ritroviamo i sette giovani protagonisti: Fotinì Peluso è Barbara, Emanuele Misuraca è Domenico, Leonardo Mazzarotto è Matteo, Ario Sgroi è Robbo, Francesco Tozzi è Rosario, Hildegard De Stefano è Sara e Chiara Pia Aurora è Sofia. Nel ruolo del direttore d’orchestra Luca Marioni torna Alessio Boni.

Completano il cast Anna Valle, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Stefano Dionisi, Angela Baraldi, Barbara Chichiarelli, Rocco Tanica e Giorgio Pasotti.

Tra le new entry c’è Mehmet Günsür nei panni di Teoman Kayà, l’antagonista della storia. L’attore ha debuttato al cinema ne Il bagno turco di Ferzan Ozpetek ed è conosciuto dal grande pubblico grazie alla serie thriller The Gift

LA COMPAGNIA DEL CIGNO 2, LA CLIP IN ESLCUSIVA PER DIREGIOVANI

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it