Dopo l’ennesima discussione a casa, mio fratello vuole farla finita..

Sto vivendo una situazione familiare molto brutta. Mio fratello, dopo anni di convivenza con una donna che a noi non è mai piaciuta per via di tante cose, è tornato a casa perché lei lo ha mandato via perché dice che non prova più alcun sentimento. Da questa storia sono nati 2 bambini. Mio fratello è di per sé molto fragile. Dopo questa rottura che è molto recente lo è di più. È sempre molto negativo, dice cose molto brutte e fa stare male tutti noi. Poi a causa di un incidente che ha avuto, è diventato ancora di più negativo perché si è operato al braccio e non li può muovere come prima. Oggi, dopo l ennesima discussione a casa, se ne è uscito con frasi tristi, che si toglierà la vita, che è la cosa che farà. Non ce la posso fare. Non ce la faccio più. Come possiamo stare tranquilli che questa cosa non la farà? Secondo me sta andando in depressione, anche e soprattutto per le cose che scrive su fb e che tutti leggono e che tutti ci domandano… A me chiedono sempre se non farà qualche gesto estremo. Io voglio evitare questo ma non so come fare. Per di più abbiamo papà che non sta bene, perché ha avuto qualche giorno fa un infiammazione alla membrana del cuore e sono sempre dolori che lui ha quando poi sente tutte queste cose. So che serve uno specialista per mio fratello, ma so che lui non accetterà mai.. E fin quando non accetterà mai, non potrà mai migliorare.. Cosa posso fare?

P, 30 anni


Cara P,
nel tuo dilemma ci arriva tutta la difficoltà e l’impotenza di dover cambiare una situazione che non vuole invece essere mutata. Tuo fratello sembra essersi chiuso e barricato nel dolore e nella disperazione. Si sente probabilmente abbandonato, nuovamente sbagliato e sempre sotto attacco. Però riesce a tirar fuori la sofferenza e questo potrebbe essere di aiuto per sottolineare l’importanza di un percorso di terapia.
Perchè dici che non accetterà mai uno specialista? Lo ha già rifiutato oppure è un vostro timore? Che tipo di rapporto hai con tuo fratello?…
Non puoi forse sapere se i suoi pensieri passeranno all’atto ma puoi continuare a essere un sostegno per lui. Soprattutto se c’è un buon rapporto potreste pensare ad una attività che vi porti a condividere del tempo e una maggiore spensieratezza. Sappiamo che con le restrizioni tutto diventa difficile, possono essere fatte delle piccole attività che vi permettono di uscire di casa. Anche sollecitare la sua rete di amici potrebbe essere importante così da non sentirsi solo.
Importante è fargli capire l’importanza di uno spazio terapeutico dove potrà confrontarsi in uno spazio privo di giudizio, non è un modo per farlo sentire sbagliato ma una strategia per sottolineare le sue risorse, ricollocare questi pensieri negativi e riprendere anche un rapporto più sereno con i suoi figli. In questa fase critica sono attivi diversi progetti di promozione del benessere psicologico con colloqui a prezzi sociali ed eventualmente anche online e non necessariamente in presenza. Anche se riteniamo importante che lui possa riprendere una sua routine, un suo spazio.
Spesso ci sentiamo impotenti perchè non riusciamo a cambiare la direzione delle cose, però la tua preoccupazione, la tua dedizione alla famiglia è un valore aggiunto che può dare un pò di calore in questa disperazione importante.
Continua a scriverci se ti va.
Un caro saluto!

12 Aprile 2021