‘Roma Pop’, al via il progetto dell’IIS Einaudi | VIDEO

Alla ricerca delle tracce del popolare con la fotografia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un progetto per riflettere con i ragazzi e le ragazze sulla nozione di ‘popolare’, e spingerli a cercarne le tracce nei loro quartieri attraverso il linguaggio fotografico. In occasione della pubblicazione di ‘Roma Pop’, il quarto volume della collana ‘Visioni d’Archivio’, dedicato alla celebrazione per i 150 anni della proclamazione di Roma capitale d’Italia, verrà avviato un rapporto di collaborazione tra l’Istituto Centrale Per Il Patrimonio Immateriale (ICPI) e l’IIS ‘Luigi Einaudi’ di Roma.

La pubblicazione, interamente incentrata sulle produzioni visive che riguardano Roma, ha come obiettivo di affrontare il concetto di ‘popolare’ legato alla città: dalle stampe del Pinelli della prima metà dell’Ottocento, passando per il nucleo di immagini raccolte tra il 1950 e il 1980 e infine dando spazio a un lavoro di ricerca sperimentale sulle reinterpretazioni attuali del concetto da parte delle nuove generazioni.

“Abbiamo deciso di fare un percorso di ricerca a partire dagli sguardi degli studenti- spiega Fabio Fichera, demoetnoantropologo dell’ICPI- anche per dare voce a una fascia della popolazione che nell’ultimo anno è stata privata di capacità espressive. Per noi è particolarmente interessante capire cosa i ragazzi identificano oggi come ‘popolare’, e per loro sarà un’occasione per uscire in strada e riflettere sul significato di cultura popolare e immateriale nella città”.

Gli studenti saranno infatti invitati a scattare fotografie per documentare e rappresentare il concetto di popolare oggi nella capitale: la vita dei quartieri di Roma, le loro tradizioni, architetture, persone e tutto quello che spontaneamente verrà considerato utile dai ragazzi per restituire all’osservatore l’anima e l’identità di un luogo. Gli studenti, coordinati dal professore Mario Cusimano, riceveranno tutte le indicazioni utili per produrre immagini che, pur rispettando l’eterogeneità del proprio linguaggio personale, dovranno essere coerenti con il linguaggio visivo richiesto da un punto di vista editoriale.

Il progetto si avvarrà della partecipazione di Fabio Fichera, demoetnoantropologo dell’ICPI e di Alessandra Broccolini, professoressa di Antropologia Culturale all’Università ‘Sapienza’, che indagheranno con i ragazzi i concetti di popolare e cultura in antropologia. Massimo Cutrupi, photo editor di ‘Visioni d’Archivio’, parlerà con loro dell’importanza di una selezione fotografica coerente con le linee guide editoriali. Verrà inoltre spiegato agli studenti in cosa consiste l’analisi delle immagini in archivio, la ricerca che c’è dietro e come questo sia collegato all’attività richiesta loro.

Tutti i partecipanti avranno uno spazio dedicato in una galleria virtuale nel sito dell’ICPI. Infine, tra tutte le foto pervenute saranno scelte dieci immagini che verranno pubblicate nel volume ‘Roma Pop’ e a cui sarà dedicata una mostra presso l’istituto ‘Einaudi’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Marco Marchese
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it