Il 25 aprile è la Giornata mondiale dei pinguini

I simpatici pinnipedi sono una specie a rischio estinzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Il 25 aprile rappresenta una data fondamentale per la storia del nostro Paese, ma nel fantastico regno degli animali in questo giorno si festeggia la giornata mondiale dei pinguini.
Il WWF ci mette davanti ad una dura realtà, ricordandoci come i simpatici pinnipedi siano una specie a rischio estinzione.

Perché festeggiare la giornata mondiale dei pinguini

I cambiamenti climatici, la perdita di habitat, di ghiaccio a causa dell’aumento della temperatura. Così come la perdita di pesce causata dalla pesca eccessiva e dall’inquinamento.
Sono questi i fattori, accelerati dal comportamento umano, che minacciano ogni giorno la sopravvivenza dei pinguini in Antartide.

Gli effetti del cambiamento climatico in Antartide

La Penisola Antartica ospita il 6 per cento dei maestosi pinguini imperatori e il 21 per cento degli Adelia.

Ma per quanto tempo?

Le conseguenze del cambiamento climatico in Antartide variano a causa della sua vastità.
Mentre in alcune aree gli effetti sono di raffreddamento, altre zone si stanno rapidamente riscaldando.

Se i suoi ghiacciai scompariranno, così sarà la sorte di molti dei suoi pinguini.

Sia l’imperatore che i pinguini di Adelia si affidano al ghiaccio marino per riprodursi e cibarsi.
Come gli orsi polari nell’Artico, è fondamentale per la loro sopravvivenza.
E mentre alcuni pinguini potrebbero essere in grado di adattarsi alla disgregazione del loro mondo ghiacciato, la maggior parte non lo farà.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it