Ernia: “Nella nuova versione di Gemelli collaborazioni inedite”

Il rapper ha annunciato il repack del suo ultimo lavoro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – È iniziato tutto con l’inaspettata versione di “Ferma a guardare” con i Pinguini Tattici Nucleari e, ora, pare che i fan di Ernia dovranno aspettarsi altre sorprese.

Il rapper ha annunciato il repack di “Gemelli”, album già platino e uno dei lavori più apprezzati dello scorso anno. Uscirà il 21 maggio “Gemelli ascendente Milano”, una nuova versione che è già disponibile in pre-order. Il progetto avrà una tracklist ampliata con brani inediti.

I featuring

“Ci saranno delle collaborazioni inedite che non ho mai fatto”, dice su Instagram l’artista milanese classe 1993. E sull’argomento spiega: “Ci sono degli artisti molto grossi in un pezzo e dei super emergenti in un altro. Con nessuno di loro avevo mai collaborato in passato”. Dovranno farsi bastare questo indizio i fan dell’artista, al secolo Matteo Professione, che non ha aggiunto di più.

La nuova versione era nei piani già nel 2020

Ernia, durante la sua carriera, ha abituato i suoi fan ai repack e – non a caso – anche per “Gemelli” ne aveva pensato uno sin dall’inizio. “Ho iniziato a lavorarci che i singoli non erano ancora esplosi e non era così evidente che stesse andando tutto così bene”, ha rivelato il rapper.

“Gemelli ascendente Milano”, racconta ancora, è pronto praticamente dall’autunno ma il disco stava comunque ottenendo dei buoni risultati senza il bisogno di una nuova versione e io mi sono ritrovato con dei pezzi nuovi che non volevo buttare perché mi piacevano. Così che, nel momento in cui è arrivato il secondo platino, ho deciso una slot per pubblicare senza ansie da risultato e senza sbatti e soprattutto per avere nuovi pezzi da portare live”.

Il disco è già disponibile in preorder.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it