GionnyScandal: “Nel mio nuovo disco canto la libertà di amare chi si vuole”

Il rapper torna con un progetto nato nel segno del pop/punk
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – È un disco liberatorio e senza filtri quello con cui GionnyScandal torna sulla scena musicale. Esce questo venerdì “Anti”, un lavoro desiderato dal rapper e nato sotto il segno del pop/punk.

Sì, perché se avete sempre amato Gionata Ruggeri (questo il suo vero nome) nella sua versione emo/trap dovrete mettere da parte quei ricordi: ora l’artista cambia rotta e abbraccia il genere che lo ha sempre affascinato. Un guilty pleasure quasi, da ascoltare in cameretta ma difficile da attualizzare. Poi, all’improvviso, la voglia di rischiare, come ha raccontato ai giornalisti presentando il disco:

“Ero in studio con il mio produttore, in una casa a Milano affittata per lavorare al nuovo album. Lì ho capito che c’era qualcosa che non andava perché si stava prospettando un disco parte due di Black Mood, il precedente uscito nel 2019. Mi sono reso conto di non essere soddisfatto delle canzoni che uscivano. Mi sentivo bloccato nello scrivere e litigavo con il mio produttore, dandogli la colpa anche se magari non c’entrava niente. A un certo punto stavamo lavorando a un pezzo e io avevo la chitarra e facendo un riff pop/punk ho detto scherzando al mio produttore: ‘Pensa che figata se la facessimo pop/punk’. Lì ho capito che, forse, la causa del fatto che io fossi sempre insoddisfatto era perché non lo ero più della musica che stavo facendo ed era arrivato il momento di fare qualcosa che mi piacesse al 100% senza pensare solo al mercato. Così è nato Anti”.

Un disco “Anti” commerciale

Sono quattordici i brani che compongono “Anti” e che esprimono tutta la ribellione di voler andare contro corrente: contro il commerciale ma anche contro i canoni prestabiliti che ancora oggi creano pregiudizi. 

Ho voluto cercare di sdoganare il messaggio di libertà– spiega Gionny- un messaggio che riguarda il genere che non è più in hype dal 2000, voglio riportarlo sul mercato, ma anche la libertà di amare una persona di qualsiasi sesso. È un argomento che è da affrontare, soprattutto in questo periodo storico”.

Essere controcorrente è, perciò, la parola d’ordine del progetto:

“In questo disco sono finalmente io, ho raggiunto una nuova maturità e consapevolezza del mio essere artista, sono libero da ansie, paranoie e inutili paure. Ora finalmente quando sono in studio sono felice della musica che sto facendo, non che prima non lo fossi, ma la mia vera identità musicale è sempre stata questa. Mi mancava suonare la chitarra distorta, mi mancava scrivere senza filtri”.

Il duetto con Pierre dei Simple Plan

In “Anti” GionnyScandal realizza, però, anche uno dei suoi più grandi sogni: quello di duettare con Pierre Bouvier dei Simple Plan. Il frontman della band è stato coinvolto nella traccia “Nicotina”. Il risultato è un featuring – l’unico dell’album- nato quasi per caso.

“Avevo il suo poster in cameretta da piccolo, è uno dei massimi esponenti del pop/punk. L’ho contattato su Instagram– ricorda il 29enne- con zero speranze scrivendogli del mio desiderio di fare un disco di questo genere. Dopo 20 giorni mi ha risposto: ‘Sì facciamolo!’. Ho pensato che ci fosse qualcosa che non andasse e invece era proprio lui. Ho chiamato tutti in quel momento come se avessi vinto il super enalotto. Dopo gli ho mandato il pezzo, lui è sparito per 15 giorni. È ricomparso inviandomi il suo numero e dicendomi: ‘Ti videochiamo tra 5 min e facciamo il pezzo su FaceTime’. Ha scritto il ritornello di Nicotina davanti a me e mi ha mandato le voci dopo due ore. È stata una roba fuori dalla realtà per me”.

I live

GionnyScandal non vede l’ora di portare il brano, come i restanti del disco, live. L’artista tornerà sul palco nel 2022. Due gli appuntamenti già annunciati: il 10 febbraio all’Alcatraz di Milano e l’11 febbraio all’Hiroshima Mon Amour di Torino.

Nella prima location, tanti anni fa, la prima volta a un concerto dei Simple Plan e chissà che Pierre non possa partecipare al suo live: “Glielo chiederò”, assicura GionnyScandal. 

I biglietti per i concerti sono disponibili su Ticketone.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it