Sant’Anna di Pisa, aperte le iscrizioni di quattro ‘Seasonal School’

I corsi intensivi su temi di ricerca interdisciplinare rivolti a studenti universitari, di nazionalità italiana o straniera, iscritti ai corsi di laurea triennale, di laurea magistrale e ai corsi di dottorato di tutte le università italiane e straniere
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Intelligenza artificiale e robotica nella realtà estesa, contributo del mondo vegetale per decontaminare suolo e acque, cambiamento climatico e sfide del diritto internazionale, economia dell’innovazione e sfide legate all’progresso della tecnologia. Sono i temi delle prossime quattro Seasonal School (tre in presenza e una online, in modalità “didattica a distanza”) promosse dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, le cui iscrizioni si chiudono nel periodo compreso tra lunedì 31 maggio e lunedì 14 giugno.

Cosa sono le Seasonal School

Le Seasonal School sono corsi intensivi su temi di ricerca interdisciplinare che si rivolgono a studentesse universitarie e a studenti universitari, di nazionalità italiana o straniera, iscritte e iscritti ai corsi di laurea triennale, di laurea magistrale e ai corsi di dottorato di tutte le università italiane e straniere. È necessario presentare le stesse caratteristiche di profitto richieste alle allieve e agli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna: essere in pari con gli esami previsti dall’ordinamento del proprio corso e avere conseguito una media di 27 su 30 per il sistema italiano. Anche i prossimi corsi sono erogati in lingua inglese ed è pertanto richiesta la sua conoscenza pari almeno al livello B2, per le studentesse e per gli studenti non madrelingua. Dopo aver superato la prova finale, al termine del percorso, è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione con il riconoscimento dei crediti formativi universitari indicati nei bandi di ammissione, dove sono riportate anche tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione e sulla documentazione necessaria per inviare la candidatura online.

“Airone” (ovvero “Artificial Intelligence and RObotics in exteNded rEality”) è l’acronimo scelto per la Seasonal School, le cui iscrizioni sono aperte fino a lunedì 31 maggio, con focus su intelligenza artificiale e robotica nella realtà estesa, con il coordinamento scientifico di Massimo Bergamasco, docente di meccanica applicata alle macchine e direttore dell’Istituto di Intelligenza Meccanica della Scuola Superiore Sant’Anna. L’obiettivo è far conoscere e sperimentare concetti e tecnologie alla base di applicazioni emergenti, destinate a essere sempre più diffuse e utilizzate.  Le lezioni si svolgono in presenza, da lunedì 21 a sabato 26 giugno, nel rispetto scrupoloso delle prescrizioni per contrastare il contagio da Covid-19. Se invece la situazione sanitaria dovesse richiederlo, le lezioni saranno riprogrammate in modalità a distanza.

Le tecnologie digitali permetteranno infatti lo sviluppo di ambienti intelligenti distribuiti dove persone, robot e perfino entità virtuali potranno collaborare a distanza in una forma di realtà estesa. Grazie a questi ambienti è infatti possibile andare verso un “nuovo modello” tanto per l’industria, quanto in prospettiva, per la società, con impatti molto positivi pensando a temi come il “green deal”, l’inclusione sociale e la crescita economica sostenibile. Questo nuovo modello è reso possibile dalla combinazione tra robotica, intelligenza artificiale e tecnologie che permettono, attraverso la realtà virtuale, la realtà aumentata e la realtà mista, la creazione di scenari interattivi di realtà “estesa”.

The soil – water and plant continuum for urban and rural wastewater phytotreatment and contaminated site remediation” è la Seasonal School le cui iscrizioni sono aperte fino a giovedì 3 giugno, con il coordinamento scientifico di Rudy Rossetto, ricercatore di Agronomia e sistemi colturali erbacei ed ortofloricoli dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna. Le lezioni si svolgono in presenza tra lunedì 28 giugno e venerdì 2 luglio per introdurre i temi legati alla teoria e alla pratica delle tecniche di fitodepurazione per il trattamento delle acque reflue urbane e rurali e per il successivo riutilizzo per l’irrigazione. Le lezioni presentano anche questioni di carattere normativo e sociale per arrivare all’utilizzo di soluzioni naturali per migliorare la qualità dell’acqua.

La Seasonal School è pensata per fare acquisire conoscenze e competenze che permetteranno alle allieve e agli allievi di individuare le più efficaci tecniche di risanamento basato sull’utilizzo di particolari specie vegetali, per risolvere i più diffusi problemi di depurazione delle acque reflue e dei siti contaminati, sottolineando il ruolo del mondo vegetale nella lotta all’inquinamento e alla contaminazione del suolo.

“Climate Change and International Law: Interdisciplinary Perspectives”è la Seasonal School, le cui iscrizioni sono aperte fino a venerdì 4 giugno, che si concentra sul contesto giuridico internazionale del cambiamento climatico e sugli sforzi di governance globale per affrontarlo, con il coordinamento scientifico di Francesca Capone, ricercatrice di Diritto internazionale dell’Istituto Dirpolis (Diritto, politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna  e di Christine Bakker, visiting fellow presso lo stesso Istituto. L’obiettivo formativo sarà raggiunto attraverso una didattica che, erogata in modalità online da lunedì 12 a venerdì 16 luglio, unisce lezioni frontali e sessioni interattive. Così le allieve e gli allievi hanno l’opportunità di trasferire in uno scenario pratico le competenze teoriche acquisite durante le sessioni frontali. Il programma didattico comprende un seminario con esperti internazionali per riflettere sul contributo e sul ruolo della ricerca scientifica nell’affrontare il tema del cambiamento climatico.

Alla luce della sua complessità e della necessità di adottare una prospettiva interdisciplinare, questa Seasonal School fornisce alle studentesse e agli studenti l’opportunità di acquisire una conoscenza di base degli aspetti scientifici, economici ed etici correlati al cambiamento climatico. In particolare, la prospettiva giuridica sarà caratterizzata da un approccio di carattere multidisciplinare per riflettere sull’evoluzione del “corpo specifico” del diritto internazionale sui cambiamenti climatici, ma anche sul ruolo di altre aree della giurisprudenza, che facciano riferimento ad aree dei diritti umani, del diritto comparato, del diritto agrario e del diritto dell’immigrazione.

Economics of Innovation and Technological Change” è il corso intensivo il cui termine per presentare domanda di iscrizione è fissato a lunedì 14 giugno, con il coordinamento scientifico di Daniele Moschella, ricercatore di Politica economica dell’Istituto di Economia della Scuola Superiore Sant’Anna. L’obiettivo formativo è presentare le basi sia teoriche sia empiriche dell’economia dell’innovazione e del cambiamento tecnologico, nonché soffermarsi sui recenti dibattiti in corso. Le attività didattiche di questa Seasonal School si svolgono in presenza, da lunedì 19 a venerdì 23 luglio, nel rispetto scrupoloso delle prescrizioni per contrastare il contagio da Covid-19. Se invece la situazione sanitaria dovesse richiederlo, le lezioni saranno riprogrammate in modalità a distanza.

Le lezioni affrontano temi legati all’innovazione e alle conseguenti strategie aziendali, ai modelli di innovazione che si stanno affermando in settori ben precisi, all’analisi dei dati sui brevetti, al legame tra innovazione e crescita economica, competitività e diritti di proprietà intellettuale. Il programma presenta anche una panoramica sui metodi e sulle tecniche statistiche finalizzate all’analisi dei dati empirici che si presentano rilevanti per gli studi sull’innovazione. Le studentesse e gli studenti acquisiranno conoscenze, capacità e strumenti per comprendere questioni rilevanti legate alla misurazione dell’innovazione: in che modo le imprese sfruttano questo “valore” e quali sono gli strumenti che si rivelano più efficaci per favorire l’innovazione stessa in contesti differenti.

Confermate tutte le agevolazioni

Sono previste riduzioni della quota di iscrizione in base al proprio Isee. Alle tre o ai tre partecipanti che, al termine del corso, avranno conseguito la valutazione migliore sarà erogata una premialità pari a 450 euro finanziata dalla Fondazione Il Talento all’Opera Onlus e dalla Fondazione EY. Le studentesse e gli studenti delle università italiane e straniere convenzionate con la Scuola Superiore Sant’Anna per le Seasonal School hanno diritto a un posto riservato e alla tariffa agevolata del 10 per cento di sconto sul costo di iscrizione.

L’elenco sempre aggiornato degli atenei italiani e stranieri convenzionati è disponibile QUI

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it