Dai laboratori agli skatepark: GAZA FREEstyle regala ai giovani palestinesi ‘una vita normale’. L’intervista

Come si vive tra guerra e pandemia? Ce lo hanno raccontato Mattia e Francesca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Nato nel 2014 con il nome di Festival delle Culture, il GAZA FREEstyle è un collettivo di operatori che organizza progetti di emergenza umanitaria per la popolazione di Gaza. Il gruppo è impegnato nella realizzazione di attività culturali e sportive (come lo skate, il calcio, il circo) e nella promozione del rispetto della donna.

Un aiuto concreto per la popolazione, che nonostante l’escalation di violenze e la continua violazione dei diritti umani perpetrata da decenni, è diventata simbolo mondiale di resistenza.

Grazie alla solidarietà degli skaters italiani, da quando è partita l’iniziativa sono stati consegnati oltre 300 skate e pezzi di ricambio. “La nostra prossima missione- scrivono- prevede la realizzazione di un nuovo skatepark più grande e strutturato su parametri olimpici, inserito in un progetto di riqualificazione sociale ed ambientale nei quartieri popolari del nord della Striscia, denominato Green Hopes, un intervento che prevede anche la costruzione di un tendone da circo e diverse altre infrastrutture dedicate allo sport”. 

GAZA FREEstyle, la raccolta fondi per l’emergenza sanitaria

Tutte le iniziative del GAZA FREEstyle sono autofinanziate attraverso autotassazioni e crowdfunding. A tal proposito è attiva su produzionidalbasso.com una raccolta fondi, creata da GAZA FREEstyle e l‘Associazione di Mutuo Soccorso Milano, per acquistare materiale sanitario per l’emergenza legata al Covid-19.

L’escalation di violenze di questi giorni, dagli sfratti di  Sheikh Jarrah al bombardamento sulle residenze civili, non hanno fatto altro che aggravare una situazione già dura e difficile per la popolazione palestinese. Ecco cosa ci hanno raccontato Mattia e Francesca due ragazzi del GAZA FREEstyle incontrati poco prima dei fatti di Gerusalemme.

Guarda l’intervista

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Sausan Khalil
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it