Utilizziamo il coito interrotto anche nei giorni di fertilità alta ma…

Buongiorno ho da sempre avuto un ciclo abbastanza irregolare anche se negli ultimi mesi sembrava essere puntuale ogni 10 del mese .ho anche delle piccole cisti ovariche  Sono sessualmente attiva e io e il ragazzo utilizziamo il metodo del coito interrotto (so che non è molto valido ) .. anche nei giorni di fertilità alta .. Ho un ritardo di circa 6 giorni e in questi giorni noto di avere dei dolori al basso ventre, reni e mi sento più vulnerabile .. ho avuto anche per un giorno male al seno ( cosa che generalmente ho nel periodo dell’ovulazione ) In più ho notato di avere delle perdite bianche qualche giorno fa! Ultimamente ho un sacco di aria nello stomaco! Sono anche positiva al covid dunque per ora mi è impossibile fare un test ..

Erika, 23 anni


Cara Erika,
il coito interrotto non è un metodo contraccettivo efficace poiché vi è un margine di rischio non sempre prevedibile visto che non abbiamo in ogni momento il pieno controllo del nostro corpo.
Ad ogni modo i ritardi del ciclo, come tu stessa sottolinei, possono essere legati anche a diversi fattori come fisiologiche oscillazioni ormonali, alterazioni ciclo sonno-veglia, diete drastiche, presenza di cisti o fibromi ma soprattutto stress fisici ed emotivi. Quando infatti si verifica una situazione di stress come ad ed esempio quella che stai vivendo tu a causa della positività al COVID-19 vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Per quanto riguarda le perdite di cui ci parli solitamente le perdite bianche si presentano durante i giorni fertili all’ incirca nel periodo pre e post ovulatorio. In genere nel periodo ovulatorio le perdite di muco vaginale si presentano acquose, filanti e trasparenti, assumono cioè un aspetto simile a quello della “chiara (albume) dell’uovo” e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre subito dopo l’ovulazione. Queste sono perdite fisiologiche, quindi non destano preoccupazioni nell’immediato.
In alcuni casi le perdite potrebbero essere legate a un’infezione intima, e questo è possibile dirlo facendo degli esami più specifici. Ma se ci fosse una infezione probabilmente avresti anche altri tipi di fastidi, come bruciori o infiammazioni.
E’ chiaro che in una consulenza online è difficile poter stabilire con certezza la percentuale di rischi.
Non sappiamo dove vivi ma considera che molte farmacie hanno attivato un servizio per cui tramite una specifia App (Pharmap) puoi ordinare farmaci o prodotti specifici e farteli recapitare direttamente a casa. Non sappiamo se questa soluzione, in rispetto a tutte le restrizioni della quarantena a cui sarai sottoposta. possa esserti di aiuto. Torna a scriverci qualora ne avessi bisogno.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it