VIDEO| Quella volta che La casa di Carta citò Franco Battiato

L'omaggio al matrimonio di Berlino in una delle puntate della quarta stagione della serie di Netflix
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ci ha lasciati questa mattina Franco Battiato, dopo una lunga malattia mai confermata ufficialmente.

La sua musica è entrata nella storia e, anche se non siete della sua generazione, sicuramente ha lasciato il segno nella vostra vita. Direttamente o indirettamente.

Dalle varie reintrepretazioni realizzate dai cantautori più recenti (vedi Tiziano Ferro con “E ti vengo a cercare”) alle citazioni più impensabili. Tra queste impossibile non ricordare quella fatta dalla serie di Netflix La Casa di Carta in una delle puntate della quarta stagione. È il matrimonio di Berlino e tra i presenti ci sono Il professore, Palermo e Bogotà. La scena, come tante altre della stagione, si svolge in Italia, in un convento per la precisione.

Berlino dedica “Ti amo” di Umberto Tozzi alla consorte e poi parte il coro dei frati che lanciano “Centro di gravità permanente”, uno dei pezzi più celebri del repertorio di Battiato.

Leggi anche: https://www.diregiovani.it/2021/05/18/389624-battiato-canzoni-famose.dg/

L’operazione ha, ovviamente, incrementato gli ascolti in digitale della canzone, volata nelle classifiche delle piattaforme in Spagna, in Italia e in altri paesi del mondo. Ecco la scena ↓

La canzone originale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it