Aperto agli adulti, più verde ed inclusivo: ecco il nuovo Erasmus+

Per il programma il Parlamento europeo ha quasi raddoppiato il fondo in dotazione, che ora supera i 28 miliardi di euro

ROMA – Aperto agli adulti, più verde, semplice e inclusivo. Sono queste in sintesi le novità del nuovo Erasmus+ per cui il Parlamento europeo ha deciso anche il raddoppio dei fondi. Non più i 14,7 miliardi stanziati nei sette anni precedenti ma oltre 28. Un grande passo avanti per il programma più famoso targato Ue che sarà disponibile anche per gli adulti.

Tra gli obiettivi anche una maggiore inclusività. La Commissione e i Paesi Ue dovranno presentare piani d’azione per migliorare l’accesso all’apprendimento e alla mobilità per le persone che storicamente hanno avuto meno possibilità di parteciparvi (persone con una disabilità, in stato povertà, o che vivono in località remote, provenienti da un contesto migratorio, ecc.). Secondo quanto riporta il Parlamento Ue in una nota inoltre, per chi non dovesse avere mezzi sufficienti a coprire i costi iniziali di partecipazione al programma (ad esempio per l’acquisto di un biglietto ferroviario o la prenotazione di un alloggio) sono previste sovvenzioni supplementari, compresi anticipi. Le domande con costi più elevati legati a misure a garanzia dell’inclusione non potranno essere respinte.

  • Anche gli adulti nel nuovo Erasmus+

Tra le maggiori novità del programma c’è l’inclusione verso gli studenti adulti che potranno trascorrere fino a sei mesi in un altro paese dell’Unione. Questo permetterà a persone di ogni età e provenienze diverse ad acquisire nuove competenze lavorative e di vita, per adattarsi meglio ai cambiamenti collegati alle imminenti transizioni verde e digitale e al post pandemia di covid-19.

  • Erasmus+ più verde

Nell’ottica di rendere il programma “più verde”, il nuovo Erasmus+ sarà più semplice e gestibile, con sistemi informatici più agevoli da usare e meno pratiche amministrative. Offrirà uno speciale sistema di finanziamento per “partenariati su scala ridotta”, destinato alle organizzazioni più piccole come le associazioni giovanili e i club sportivi. Inoltre, misurato il contributo del programma al raggiungimento degli obiettivi di spesa per il clima dell’Ue e ne sarà ridotta l’impronta ambientale, per esempio incentivando mezzi di trasporto rispettosi del clima per i partecipanti.

  • Il nuovo Erasmus+ sarà più innovativo

Ad essere valorizzati nel nuovo programma saranno anche i modelli d’istruzione, diventati ormai parte integrante di Erasmus+ come ‘DiscoverEU’.

I giovani potranno anche richiedere un pass gratuito per viaggiare in Europa a scopo didattico (ad esempio per frequentare un corso intensivo di lingua o partecipare a un laboratorio museale) e scoprire la diversità culturale e linguistica del continente. L’iniziativa ‘Università europee’ consentirà agli studenti di laurearsi combinando gli studi in diversi paesi dell’Ue. La terza iniziativa, ‘Centri di eccellenza professionale’, creerà ecosistemi di competenze locali, collegati a livello internazionale.

2021-05-21T10:15:27+02:00