Greta Thunberg denuncia: “Vittima di bodyshaming dai media cinesi”

L'attivista citata in un articolo del 'China Daily', quotidiano statalista, come "principessa ambientale". Boom di insulti sui social

ROMA – Greta Thunberg nel mirino della stampa cinese. L’ambientalista svedese è stata citata in un articolo firmato dallo scrittore cinese Tang Ge comeprincipessa ambientale. Anche se afferma di essere vegana, a giudicare dai risultati del suo sviluppo, le sue emissioni di carbonio non devono essere così basse”. Parole a cui hanno fatto seguito una lunga serie di insulti sui social, in particolare sull’aspetto fisico.

Being fat-shamed by Chinese state owned media is a pretty weird experience even by my standards. But it’s definitely going on my resume. https://t.co/VfSEHU5N1A

— Greta Thunberg (@GretaThunberg) May 21, 2021

Greta ha denunciato tutto sui social: “Essere attaccata e vittima di fat shaming dai media statali cinesi è un’esperienza piuttosto strana anche per me”. Le origini del conflitto tra la ragazza promotrice dei Fridays for Future e la Cina risalgono al 2019, quando condannò il Paese asiatico per il primato mondiale di emissioni di gas serra.

2021-05-24T12:38:23+02:00