Ho paura che non fumando verrò esclusa dal gruppo…

Ciao mi chiamo Gaia ho 13 anni. Nella mia scuola si fanno tutti le canne ma io non voglio farle con loro perché se se ne accorgono i miei mi uccidono! E poi non mi interessa. Però ho paura che così verrò esclusa dal gruppo perché loro hanno sempre una cosa di cui parlare e da fare insieme e io mi sento fuori luogo. Anche le mie due migliori amiche hanno iniziato a fumare e vanno solo in posti in cui possono farlo mentre prima stavamo a casa a giocare e vedere la tv oppure andavamo al centro commerciale. Poi quando fumano diventano strane ridono tra di loro sono tutte un po’ sballate. A me piacerebbe provare quella sensazione invece sono sempre triste e depressa e anche loro me lo dicono ma ho troppa paura di quello che può succedermi. Non voglio perdere le mie amicizie sono tutto quello che ho!!!

Gaia, 13 anni


Cara Gaia,
accade molto spesso che giovani adolescenti sentano l’esigenza di provare delle droghe leggere come la Cannabis ma è altrettanto frequente che altri invece scelgano di non farlo per tutelare la propria incolumità fisica o perchè non ne sentano il bisogno.
E capiamo bene quella sensazione di sentirti fuori dal gruppo perchè non rispetti a pieno alcune regole implicite che vengono concordate. Molti giovani utilizzano la cannabis per placare stati di ansia, per interrompere pensieri negativi e sentirsi più leggeri e liberi. In qualche modo diventa una strategia per non affrontare le difficoltà emotive che si affrontano in questa fase di crescita.
Il consumo di cannabis oltre al senso di rilassatezza ed euforia, potrebbe però con il tempo e l’abuso della sostanza, avere degli effetti psicologici e neurologici tra cui la riduzione della memoria, una alterazione della coordinazione dei movimenti e dell’umore, allucinazioni, attacchi di panico ecc…Diciamo che gli effetti sono variabili a seconda della risposta del proprio organismo. Sperimentare sembra essere una parola chiave in adolescenza ma anche conoscere i rischi a cui si va incontro è importante per capirne i limiti.
Non devi sentirti necessariamente forzata ad uniformarti se non ne hai voglia, nè devi sentirti più brava o più sfigata. Gli amici dovrebbero restare al tuo fianco per la persona che sei indipendentemente dalle tue condotte di adesione o meno. Hai provato a parlarne con le tue amiche? È possibile che insieme possiate trovare altri passatempi che vi tengano ugualmente vicine?…

È importante che i nostri amici ci accettino per quello che siamo, per le nostre idee e per le nostre scelte di vita. È possibile divertirsi ed essere sereni anche non facendo uso di sostanze stupefacenti ma semplicemente ritagliandosi uno spazio in cui condividere con le amiche qualcosa che amiamo fare insieme a loro.
Forse sarà difficile parlare con le tue amiche di questi aspetti, ma ti consigliamo di provarci, più che altro perchè non può e non deve essere la sostanza a fare da collante del gruppo. In merito al tuo umore forse potrebbe essere di aiuto confrontarti con uno psicologo, magari già presente nella tua scuola e di aiuti a capire come gestire questa tristezza e quali strategia poter attivare.
Un caro saluto!

26 Maggio 2021