Villa Ada incontra il mondo torna a Roma con 60 date live

Dal 20 giugno il festival torna al motto di "La musica che cura"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Torna dopo un anno di stop per il perdurare della pandemia di Coronavirus Villa Ada incontra il mondo, il festival dedicato alla musica live in scena nel parco romano e quest’anno alla sua 27esima edizione.

Sessanta date, una lunga lista di artisti e due palchi per un calendario che riaccende i riflettori dal 20 giugno al 18 agosto, sotto l’egida di D’Ada srl e Arci Roma. Il progetto è promosso da Roma Culture all’interno dell’Estate Romana, curato dal Dipartimento Attività Culturali e realizzato in collaborazione con Siae.

‘La musica che cura’: è questo il titolo della kermesse che diventa simbolo di ripartenza per chi ha dovuto mettere in pausa il proprio lavoro a causa della pandemia e per chi semplicemente sentiva la mancanza dei concerti dal vivo. E in questo senso, come spiega il presidente di Arci Roma Vito Scalisi, “La musica e l’arte possono essere dei ponti” per collegare la voglia di normalità al ritorno alla vita vera e non solo.

Il calendario 

Si parte, perciò, il 20 giugno nella Giornata mondiale del rifugiato e della rifugiata, un’occasione per riflettere sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo.

Sul palco l’incontro tra due delle chitarre più ispirate in circolazione: Bombino e Adriano Viterbini. L’artista tuareg stella del desert blues, conosciuto come il ‘Jimi Hendrix’ del deserto, e il chitarrista romano daranno vita a un live magnetico e polveroso, capace di trasportare l’ascoltatore fuori dal tempo.

Il 21 giugno arriva Nuove Tribù Zulu, gruppo romano pioniere della contaminazione musicale; il 22 giugno sale sul palco il rock psichedelico della band emiliana Julie’s Haircut e Laura Agnusdei, sassofonista e musicista elettronica bolognese. Il 23 giugno è il turno di Giancane, cantautore dal grande senso dell’umorismo e dalla chiara vocazione country, che con la sua ‘Ipocondria’ ha firmato la sigla di Rebibbia quarantine, la virale serie di Zerocalcare.

Il 24 giugno Villa Ada ospita Spaghettiland, il festival del format live romano Spaghetti Unplugged, con Margherita Vicario, Nayt ed Esseho.

In calendario, poi, tra gli altri, Dub Fx con Mr Woodnote (2 luglio), I Ministri (5 luglio), Vasco Brondi (il 6 luglio), i Subsonica (22 luglio), Iosonouncane (23 luglio), i Negrita (28 luglio) e i Melancholia (29 luglio). E ancora: Michela Giraud (14 luglio), Luca Ravenna (18 luglio), Sons of Kemet (30 luglio), Modena City Ramblers (9 agosto), Ernia (6 agosto), Moltheni (12 agosto). Il 28 giugno l’omaggio a Gabriella Ferri e il 29 giugno quello a Fabrizio De André.

Due palchi

Oltre il main stage, è confermata anche in questa edizione l’area free a ingresso gratuito, aperta dalle ore 18 al dibattito e al confronto con il mondo dell’associazionismo e personalità del mondo culturale.

Tra gli eventi Dialoghi al tramonto a cura di Danilo Ruggeri, la rassegna dedicata a incontri con scrittori ed esperti per parlare di cultura, sessismo, cambiamenti climatici e molto altro. Tra i tanti ospiti, poi, Stefano Liberti (autore di ‘Terra bruciata’) e Stella Levantesi (autrice de ‘I bugiardi del clima’); infine Vera Gheno (socio-linguista) e Lorenzo Gasparrini (filosofo femminista).

“Ci saranno dibattiti e incontri per rielaborare il trauma che abbiamo vissuto, quello del Covid”, spiega ancora il presidente di Arci Roma che ha fatto sapere di voler inoltrare una richiesta di deroga alla regione Lazio per ampliare la capienza della platea, al momento fissata – secondo dpcm – a 1000 posti.

I biglietti

Molti concerti, infatti, risultano già sold out. I posti saranno a sedere (non numerati) e distanziati. I biglietti e il calendario completo sono disponibili su Dice.Fm, sito che servirà anche per prenotarsi agli eventi gratuiti. La programmazione è online anche sui canali social di Villa Ada incontra il mondo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it