Il Pagante canta l’estate in “Open bar”: “Nel nuovo singolo la voglia di tornare in discoteca”

Il trio pubblica un brano che racconta la ripartenza in attesa di tornare dal vivo in sicurezza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’estate 2021 non poteva iniziare senza una canzone de Il Pagante. Il trio milanese è su tutte le piattaforme da oggi con “Open bar”, brano che di certo si candiderà a tormentone estivo. Prodotta da Itaca (il team di Merk & Kremont), la canzone è, però, più di tutto un inno vero e proprio a cogliere l’attimo finché si può. Ce la raccontano così Federica Napoli ed Eddy Veerus, due di tre del gruppo di cui fa parte anche Roberta Branchini.

“Tante altre nostre canzoni raccontano degli episodi, delle storie, questa è  più generica e liberatoria”, dice Eddy e il senso è uno solo: “Divertiamoci, non poniamoci limiti”.

Così “Open bar” racconta del desiderio di abbandonare ogni restrizione per tornare a una quotidianità che prima del Covid, forse, non apprezzavamo pienamente.

“Il singolo- spiega Federica- è un po’ un Carpe Diem che dice: ‘Qualsiasi cosa succeda, continua a fare festa, continua a prendere le occasioni che ci sono”.

Il singolo, in realtà, è nato prima della pandemia ma si inserisce alla perfezione nella nuova realtà plasmata dal Covid. Il desiderio di normalità, però, non è per Il Pagante pensare come se non fosse successo niente.

E, riguardo al tema riapertura discoteche, sono chiari:

È importante poter tornare a lavorare ma in totale sicurezza, sia per i gestori che per la clientela. Sappiamo, dalle ultime del Governo, che si sta lavorando al Green Pass e la prova sono i numeri delle prenotazioni dei vaccini da parte degli under 30. C’è la voglia e speriamo di poter tornare a quella normalità che manca a tutti”.

Di live ce ne saranno ma non prima dell’arrivo di decisioni ufficiali sulle riaperture dei locali. Continuano a sognare, intanto, i membri de Il Pagante e per il futuro si augurano “di essere sempre autentici come siamo adesso e non omologarci alla massa”

GUARDA L’INTERVISTA ↓

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it