“Omofobo e razzista”: Gattuso esonerato sui social dai tifosi del Tottenham

L'ex allenatore del Napoli dopo la rottura con la Fiorentina è stato respinto dai tifosi sui social. Clamoroso dietrofront della proprietà

ROMA – Quanto contano i social nel mondo del calcio? Chiedete a Rino Gattuso. L’ex allenatore del Napoli, dopo aver rotto con la Fiorentina prima ancora di indossare la tuta e scendere in campo, sarebbe dovuto diventare il nuovo mister del Tottenham, squadra londinese bisognosa di rilancio dopo annate al di sotto delle aspettative. L’indiscrezione del suo possibile arrivo ha scatenato però l’ira dei tifosi a tal punto da costringere la proprietà a fare dietrofront. Un coro pressoché unanime a colpi di tweet con hashtag #notoGattuso. Le accuse all’ex centrocampista del Milan sono dure: razzista e omofobo. I tifosi del Tottenham non hanno dimenticato tra l’altro una lite tra Gattuso e l’allora allenatore della squadra Joe Jordan, in Champions League nel 2011. 

GUARDA IL VIDEO

Non è questo però l’unico atto di accusa nei confronti di Ringhio. A suo discapito anche alcune affermazioni che i tifosi londinesi sui social gli hanno attribuito nel corso della carriera contro il ruolo della donna e contro i matrimoni omossesuali. Un moto di indignazione talmente forte che, a quanto pare, si è trasformato in rinuncia del presidente Daniel Levy e clamoroso dietrofront. 

2021-06-18T18:29:04+02:00

Ti potrebbe interessare: