Billie Eilish e la frase razzista: “Chiedo scusa, avevo solo 13 anni…”

La cantante è accusata di aver offeso la comunità asiatica con una espressione tratta da una canzone

ROMA – Billie Eilish accusata di razzismo dopo la diffusione di un video girato a 13, 14 anni (oggi ne ha 21) dove utilizzava una parola irrispettosa nei confronti della comunità asiatica, espressione estrapolata da una citazione di “Fish”, brano musicale di Tyler, The Creator. 

IL VIDEO ‘INCRIMINATO’

@lcxvy

Reply to @.lisqvz #billieeilish #billieeilishcancelled lol

♬ original sound – lena !!!

La cantante ha scritto nel post pubblicato su Instagram:

Molti di voi mi hanno chiesto di affrontare questa faccenda, e voglio farlo perché mi hanno etichettata come qualcosa che non sono. Un montaggio video che sta girando, risale a quando avevo 13 14 anni, in cui ho pronunciato una parola di una canzone che non sapevo fosse offensiva verso i membri della comunità asiatica, aver usato quel termine mi fa venire voglia di vomitare.

Aggiunge la cantautrice:

Sono sconvolta e imbarazzata, ma a prescindere dalla mia ignoranza e dalla mia età, nulla giustifica quanto fosse dolorosa … non volevo che le mie azioni ferissero qualcuno.

Nel post ha anche spiegato di aver sempre scherzato con le voci e di aver sempre comunicato in casa e con i suoi familiari con parole inventate, per giocare e non per prendere in giro nessuna cultura e nessuna lingua.

Billie Eilish ha sempre usato i social network per parlare di uguaglianza, tolleranza, gentilezza spronando i suoi seguaci ad ascoltare ed imparare.

2021-06-22T14:59:09+02:00