Roma, recitare per superare la solitudine: il progetto IdO

Coinvolti gli studenti del liceo classico Francesco Vivona

ROMA – Anche senza un palcoscenico, la magia della recitazione brilla negli sguardi dei ragazzi e delle ragazze che hanno partecipato ai laboratori teatrali organizzati dall’Istituto di Ortofonologia di Roma (IdO). I corsi, che si sono svolti completamente a distanza, hanno aiutato i giovani del liceo classico ‘Francesco Vivona’ di Roma ad affrontare il periodo pandemico ed esprimere le proprie emozioni attraverso la catarsi della recitazione.

“Nel primo incontro online ho chiesto ai ragazzi di trasformare il loro nome in un acronimo. Lo scopo dell’esercizio era quello di presentarsi utilizzando solo poche parole- spiega l’insegnante Chiara Pisa- Mi piaceva l’idea di rendere le loro personalità protagoniste di questo lavoro finale”.

Così studenti e studentesse hanno associato nomi e aggettivi alle lettere del proprio nome, e scelto un testo da recitare davanti allo schermo, diventato per l’occasione un palcoscenico moderno. Valeria ha recitato le frasi più celebri del Piccolo principe, Ludovica ha scelto i versi di Pirandello, Elia, ‘L’albero dei limoni’ di Vincent Corbo. Lorenzo, invece, ha letto un testo di Giovanni Pacoli, mentre per Giulia le parole più emozionanti sono quelle di Pavese, autore di ‘Verrà la morte e avrà i tuoi occhi’.

2021-07-12T16:50:25+02:00