Vanessa Ferrari attaccata ingiustamente sui social. Simone Biles la difende

La ginnasta Usa: "Vanessa spero di vederti e di scusarmi personalmente per tutti quelli che ti hanno accusato"

I fan non dimenticano e a volte sbagliano. La volontà di voler difendere a tutti i costi un personaggio famoso o a volte, solo quella di voler offendere qualcuno sentendosi protetti da uno schermo, spesso induce all’errore fino ad arrivare allo scambio di persona. Lo sa bene Malika Ayane che solo poche settimane fa, è stata offesa sui social da persone che l’hanno scambiata per Malika Chalhy (ne abbiamo parlato QUI).

Vanessa Ferrari attaccata sui social: “State facendo confusione”

Stessa sorte è capitata in queste ore alla campionessa Vanessa Ferrari. Cosa è successo? Tutto risale al 2013 quando una delle ginnaste azzurre in preda ad un momento di nervosismo ha pronunciato la frase: “Per vincere dovremmo tingerci la faccia di nero”, parole di rabbia, dovute all’epoca alla vittoria di Simone Biles. Una storia archiviata con le scuse dell’atleta italiana. Complici le Olimpiadi però, questo ‘vecchio episodio’ è tornato a galla e sui social, per uno scambio di persona è stata presa di mira ingiustamente Vanessa Ferrari. L’atleta è dovuta intervenire su Twitter spiegando che non era lei l’autrice di quella frase di anni fa. “State facendo confusione- ha scritto- questa è un’accusa falsa. Non sono io che ho detto quella frase, è stata una mia compagna tanti anni fa. Prima di accusare qualcuno, pensateci”

 

Vista la ‘shitstorm’ contro la collega, ad intervenire in difesa dell’azzurra è stata direttamente la Biles, che sempre sul social ha spiegato: “Smettetela di accusare Vanessa, lei è sempre stata carina con il team Usa. Questo incidente è capitato tanti anni fa, ma è stato qualcun altro a dire quella frase”. Poi, l’augurio della campionessa rivolto direttamente alla nostra atleta: “Vanessa spero di vederti e di scusarmi personalmente per tutti quelli che ti hanno accusato”.

2021-07-22T16:51:43+02:00