Green pass, dove e quando sarà necessario: le nuove regole

La certificazione verde sarà obbligatoria a partire dal 6 agosto

Occhio al calendario, perchè a partire dal prossimo 6 agosto entreranno in vigore nuove regole. E’ in questa data, infatti, che diventerà obbligatoria l’esibizione del Green pass per accedere ad attività ed eventi. Il nuovo decreto legge sulla certificazione verde, approvato ieri sera dal governo, serve a scongiurare la terza ondata di Covid-19 e nello specifico la diffusione della variante delta.

Per far sì dunque, che questa estate venga ricordata come la stagione del ritorno alla ‘normalità’  e non come la ‘madre’ di nuovi contagi, ecco le nuove regole da seguire:

Come ottenere il Green pass:

Dovranno esibire il Green pass tutte le persone dai 12 anni in su. Per ottenere la certificazione bisognerà aver effettuato la prima dose di vaccino, essere guariti dal covid nei sei mesi precedenti (con attestazione medica che lo dimostri) o aver effettuato con esito negativo test molecolare, antigenico o salivare nelle 48 ore precedenti.

green pass nuove regole

 

Il Green pass nelle diverse zone:

Se il Green pass in zona bianca ha una durata di 9 mesi ed è valido per tutte le attività che lo richiedono, nelle zone gialle, arancioni e rosse cambia qualcosa: questo sarà valido infatti per tutti “i servizi e le attività consentiti e alle condizioni previste per le singole zone”.

LEGGI ANCHE: Come ottenere il Green Pass? 3 modi semplici per ogni necessità

Green pass, sarà necessario per:

  • Cinema
  • Teatri
  • Musei
  • Palestre
  • Piscine
  • Stadi
  • Concerti
  • Fiere
  • Congressi
  • Concorsi
  • Centri termali
  • Sedersi a consumare nei tavoli al chiuso di bar, ristoranti, pub e pizzerie

Con il Green pass nuovi parametri per il colore delle regioni

Cambiano anche i parametri per determinare il colore delle regioni:

Zona bianca: il tasso di occupazione dei posti letto in ospedale sarà “uguale o inferiore al 15 per cento” o se “il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19″ sarà “uguale o inferiore al 10 per cento”.

Zona gialla: “l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 casi ogni 100.000 e inferiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti. Se l’incidenza è superiore a 150 casi, il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 non deve superare il 30 % e quello dei posti letto in terapia intensiva il 20 %”;

Zona arancione: “l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti, a meno che non ci siano le condizioni dell’occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva delle altre zone”;

Zona rossa: “l’incidenza settimanale dei contagi è pari o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti e il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è superiore al 40 % e quello in terapia intensiva è superiore al 30%”.

green pass nuove regole

Green pass, al vaglio regole più specifiche per scuola, lavoro e mezzi pubblici

Per quanto concerne le scuole, lavoro e trasporti pubblici, che richiedono provvedimenti specifici, si discuterà nelle prossime settimane. Le discoteche invece, rimangono chiuse.

Green pass, ecco dove non servirà:

    • Alberghi
    • Negozi
    • Centri commerciali
    • Parrucchieri, estetisti e barbieri
    • Lidi e stabilimenti balneari
    • Fabbriche
    • Uffici pubblici
    • Uffici privati
    • Aerei Treni Tram Metropolitane Autobus Traghetti Aliscafi
    • Consumazione al bancone dei bar
    • Ristoranti, pizzerie, pub all’aperto
    • Chiese e luoghi di culto
2021-07-24T16:07:02+02:00