Dalla bandiera alle mascotte: tutte le curiosità sulle Olimpiadi

Al via i Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Tutto il mondo unito dallo sport. È questo il significato dei cinque anelli intrecciati della bandiera delle Olimpiadi. 
Con l’avvio di Tokyo 2020, edizione posticipata di un anno a causa della pandemia Covid-19, i simbolici olimpici, dalla torcia alle mascotte, sono tornati sotto gli occhi di tutti. Ma sai davvero cosa significano?

Ecco qualche curiosità legata alle Olimpiadi

La bandiera delle Olimpiadi

Non si può che iniziare parlando della bandiera più popolare del mondo. Ideata dall’aristocratico francese Pierre de Coubertin, fondatore dei moderni Giochi olimpici, fu presentata pubblicamente per la prima volta nel 1913, ma debuttò ufficialmente solo 7 anni dopo, alle Olimpiadi di Anversa nel 1920.
La bandiera si basa sul modello a 5 continenti: ogni cerchio rappresenta le terre abitate, quindi Europa, Asia, Africa, America e Oceania. Un simbolo che unisce tutto il mondo in nome dello sport. I colori degli anelli e dello sfondo sono stati scelti in origine perché presenti in ogni bandiera del mondo. Oggi, sono stati popolarmente associati in questo modo: nero-Africa, verde-Europa, rosso-America, blu-Oceania, giallo-Asia.

La torcia olimpica

La torcia olimpica si ispira alle pratiche dell’antica Grecia: la staffetta annuncia l’inizio dei Giochi Olimpici e trasmette un messaggio di pace e amicizia lungo il suo percorso. Utilizzate per la prima volta alle Olimpiadi di Berlino del 1936, le moderne torce sono costruite per resistere al vento e alla pioggia e cambiano a seconda del paese ospitante.

La mascotte

Le mascotte sono state introdotte nel 1968 con “Schuss”, lo sciatore stilizzato dei giochi olimpici invernali di Grenoble. Oltre a dare un’atmosfera festosa, le mascotte hanno il compito di dare forma concreta allo spirito olimpico e di promuovere la storia e la cultura della città ospitante.
Ad esempio, per le Olimpiadi di Roma del 1960 fu scelto il logo della lupa.

mascotte olimpiadi

Leggi anche: Tokyo 2020, un corto anime per celebrare le Olimpiadi

Lo sapevi che…

Non è la prima volta che le Olimpiadi in Giappone subiscono qualche intoppo. Nel 1940, a causa della guerra sino-nipponica, le Olimpiadi ospitate da Tokyo vennero posticipate al 1941 e spostate a Helsinki. Andò meglio nel 1964 con i 18esimi giochi olimpici, che si svolsero regolarmente in Giappone e per la prima volta in assoluto in Asia.

2021-07-23T16:43:04+02:00