Concedetevi il tempo per ascoltare più volte “Donda” di Kanye West prima di giudicarlo

Fuori il disco più atteso dell'anno anche contro la volontà del rapper, che ora accusa la sua etichetta discografica. Il progetto, però, non delude le aspettative

30 Agosto 2021

Un mese, tre presentazioni live e tanti silenzi dopo, “Donda” di Kanye West ha finalmente visto la luce. È su tutte le piattaforme il decimo disco del rapper, un viaggio di 1 ora e 48 tra passato, presente e futuro dell’artista. Un percorso fatto di tanta spiritualità, riferimenti musicali a pezzi di storia della musica e il ricordo a mamma Donda, che al progetto non dona soltanto il titolo.

E, tra la gioia dei fan per la pubblicazione, l’unico a non essere completamente felice è proprio Kanye West. Il 44enne ieri ha lanciato sui social un’accusa che deve aver fatto tremare la terra sotto i piedi dei dirigenti della casa discografica: “L’Universal ha fatto uscire il mio album senza la mia approvazione e ha bloccato Jail 2″, ha tuonato Ye che nel brano citato (comunque disponibile) si affida alla collaborazione di DaBaby. Quest’ultimo accusato – nelle scorse settimane – di aver denigrato l’intera comunità LGBTQ+ durante un suo concerto.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ye (@kanyewest)

Ventisette le tracce in tutto e una lunga serie di featuring: Jay-Z, Kid Cudi, Pop Smoke, Travis Scott, Chris Brown, DaBaby, The Weeknd, Playboi Carti. Solo per citarne alcuni.

È una tracklist di certo lunga quella che Kanye ha selezionato ma le quasi due ore totali non sminuiscono il valore di questo progetto. A due anni da “Jesus is king”, il rapper ha tanto da dire e non si risparmia in fatto di confessioni. Ci racconta della sua fede (“I talk to God every day/ That’s my bestie“) e ci parla del dolore per la perdita della madre, scomparsa nel 2007 per complicazioni post operatorie (“If I talk to Christ can I bring my mother back to life?”).

C’è spazio, però, anche per l’ex Kim Kardashian. Da “Fiendin’ for some true love, ask Kim, what did you love?” in “Hurricane” a “You had a Benz at sixteen, I could barely afford an Audi” in “Lord I need you”. Veri gioielli non troppo nascosti i sample di “Doo Wop (That Thing)” di Lauryn Hill utilizzato in “Believe what I say” o quello di “Heaven and Hell Is on Earth” della 20th Century Steel Band usato in “Heaven and Hell” (che poi è anche quello che sentiamo in “Jenny from the block” di Jennifer Lopez). Piccoli esempi di come le scelte musicali di questo disco siano tutte azzeccate.

Concedetevi il tempo per ascoltare più volte “Donda” prima di giudicarlo perché Kanye questa volta non ha deluso le aspettative.

La tracklist

  1. Donda Chant 
  2. Jail
  3. God Breathed 
  4. Off The Grid
  5. Hurricane
  6. Praise God
  7. Jonah
  8. Ok Ok
  9. Junya
  10. Believe What I Say
  11. 24
  12. Remote Control
  13. Moon
  14. Heaven and Hell
  15. Donda
  16. Keep My Spirit Alive
  17. Jesus Lord
  18. New Again
  19. Tell The Vision
  20. Lord I Need You
  21. Pure Souls
  22. Come to Life
  23. No Child Left Behind
  24. Jail pt 2
  25. Ok Ok pt 2 
  26. Junya pt 2 
  27. Jesus Lord pt 2
2021-09-01T16:39:37+02:00