Uomini vs capibara, i roditori più grandi al mondo invadono Buenos Aires

La specie è tornata nel quartiere più lussuoso della città, prima palude e loro habitat naturale

2 Settembre 2021

Dalle paludi ai giardini di esclusive ville nel quartiere più lussuoso di Buenos Aires il passo è breve. Da un paio di settimane la città d’assalto dai capibara, i roditori giganti (sono i più grandi al mondo) tipici dell’America Latina. È una spedizione di centinaia di esemplari quella che sta mettendo scompiglio nell’area del Nordelta, quasi a riprendersi ciò che anni prima era stato loro.

Sì perché il quartiere, prima di essere riqualificato, era una palude. Un habitat perfetto per la specie che, da adulto, arriva a pesare fino a 60/70 chili. Si avvicinano alle case, rovistano nei cassonetti della spazzatura, lasciano i loro bisogni ovunque. Hanno persino provocato qualche incidente stradale.

I capibara, però, hanno un’indole socievole e per niente aggressiva. I carpinchos, così sono chiamati in Argentina, mettono soltanto a disagio la popolazione, che già parla di guerra di classe. I roditori vorrebbero tornare a “casa” ma la riconquista – o una convivenza – non sarà così semplice. 

2021-09-02T17:48:59+02:00