Venezia 78, Marzia Onorato: “La sensibilità sul set di Martone è anche merito di Tim Burton”

La giovane interprete è tra i protagonisti di ‘Qui rido io’ di Mario Martone, in Concorso alla Mostra

Il mio sogno nel cassetto è quello di riuscire in questo mestiere che è difficilissimo però ti dà anche tante soddisfazioni, però bisogna impegnarsi e crederci. In questo mondo ci sono tanti ‘no’ e tante difficoltà ma bisogna andare avanti e non mollare“. Marzia Onorato ha le idee chiare: vuole dedicare la sua vita alla recitazione. La giovane attrice è tra le protagoniste femminili di Qui rido io, il film di Mario Martone, in Concorso alla 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Nel film interpreta Titina De Filippo, figlia naturale dell’attore e commediografo Eduardo Scarpetta e di Luisa De Filippo, nonché sorella maggiore di Eduardo e Peppino. A volerla fortemente nella pellicola sono stati il regista e il protagonista Toni Servillo (che vediamo nei panni di Eduardo Scarpetta).

QUI RIDO IO, IL TRAILER

MARZIA ONORATO: “HO SCOPERTO DE ANDRÉ, DE GREGORI E BRASSENS NEL MIO PERIODO PIÙ FRAGILE”

Tra le passioni di Marzia Onorato c’è anche la musica. Tra i cantautori del cuore ci sono Fabrizio De André, Francesco De Gregori e Georges Brassens. “Ho scoperto questi cantautori ero nel periodo più fragile, quello della prima adolescenza. Io ero alle media e stavo appena formando il mio carattere, stavo capendo cosa mi piacesse e come comportarmi con gli altri. E ascoltando queste canzoni per anni mi hanno condizionata in qualche modo. Per questo sono legata, soprattutto a De André. In terza media ho fatto la tesina sul suo brano ‘Don Raffaé“, ci ha raccontato Marzia durante l’intervista.

MARZIA ONORATO: “SE IN UNA MIA FOTO VEDO UN’IMPERFEZIONE NON LA TOLGO PERCHÉ IO SONO COSÌ”

Giovani, social e la ricerca della perfezione. “I difetti formano la figura di una persona, che è reale. Se si tolgono i tratti particolari della persona, questa non risulta vera. È brutto quando non si riconsoce più la realta, non si considerano vere le cose che lo sono. Io i social li utilizzo però non mi piace dare un’immagine che non è la mia. Se in una mia foto vedo un brufolo o una machina o qualsiasi cosa che non mi piace non la tolgo perché io sono così. Se mi incontri per strada sono così“, ha detto la giovane attrice.

MARZIA ONORATO: “NON VEDO L’ORA DI TORNARE IN CLASSE”

Questi mesi di pandemia hanno messo a dura prova gli studenti, gli insegnati e tutto il personale scolastico. I professori e le professoresse hanno dovuto trovare un nuovo modo di infondere il sapere ai loro studenti con la Dad (didattica a distanza). “Ho cercato di non lasciarmi troppo andare, di non permettere che questa situazione mi travolgesse. Ci sono stati dei momenti in cui ho mollato la presa, però ho sempre cercato di stare al passo con il programma. La soglia dell’attenzione è bassa, anche i prof si sono dovuti reinventare a questa nuova forma di istruzione. Non vedo l’ora di tornare in classe, mi piace tantissimo la scuola per il rapporto con i miei coetanei e l’ambiente“, ci ha raccontato Marzia. 

Ecco l’intervista completa:

QUI RIDO IO, L’INTERVISTA A MARZIA ONORATO

 

2021-09-08T14:20:23+02:00