La giuria del Leoncino d’oro: “Siamo grati per questa esperienza, dopo pandemia e Dad”

I giovani membri sono pronti per la cerimonia di premiazione a Venezia 78

Giovani giurati provenienti da ogni parte d’Italia, appassionati di cinema e desiderosi di condividere la magia delle storie del grande schermo insieme, riappropriandosi di un po’ di quella libertà tanto agognata durante la pandemia. Questi sono i ragazzi e le ragazze del premio Leoncino d’oro Agiscuola e la Segnalazione Cinema For Unicef – giunto alla sua 33esima edizione – uno dei più significativi riconoscimenti collaterali alla Mostra del Cinema di Venezia, diretta da Alberto Barbera. Ogni anno alla kermesse veneta, che spegne 78 candeline, il mondo della scuola si fonde con quello della settima arte. Ed è proprio questa la mission dell’Associazione generale italiana dello spettacolo (Agis), che ha istituito il premio con l’obiettivo di avvicinare i giovani al cinema e al teatro come momenti di formazione. E forse mai come in questi mesi difficili l’iniziativa diventa non solo importante ma acquista ulteriore senso con le difficoltà che sia il mondo della scuola che quello dell’industria cinematografica devono affrontare. Sono tredici i giurati arrivati al Lido per visionare i film, ragazzi e ragazze selezionati grazie al lavoro annuale del David giovani.

Questa esperienza è significativa e singolare, non capita tutti i giorni di trovarsi in un ambiente così aperto allo scambio e al dialogo su un argomento ricco di spunti come il cinema e di poter vedere tutta questa serie di film e discuterne con tanti ragazzi e ragazze, diversi e diverse tra loro, provenienti da altre regioni italiane“, ha detto Irene ai microfoni di Diregiovani, a nome dei suoi compagni di avventura. È un’attività formativa e importante per noi perché, dopo oltre un anno in cui siamo stati relegati nella stessa quotidianità e abbiamo seguito le lezioni in Dad (didattica a distanza, ndr) per la pandemia, tutti noi siamo grati per questa esperienza, ci ha offerto molti spunti e vogliamo sfruttarla al meglio“, ha concluso la giovane studentessa di Roma.

I ‘leoncini’, in queste ore, si stanno preparando per la cerimonia di premiazione, che si terrà domani, 10 settembre, alle ore 17.30 presso Sala degli Stucchi dell’Hotel Excelsior. Una location significativa per il cinema. Proprio lì, Sergio Leone ha girato una scena del suo memorabile film ‘C’era una volta in America’. Oltre al Leoncino d’oro, la giuria assegnerà la Segnalazione Cinema For Unicef al film “che meglio trasmetta i valori e gli ideali dell’Unicef, dando voce e volto ai diritti dell’infanzia“.

VENEZIA 78, L’INTERVISTA AI GIURATI DEL LEONCINO D’ORO

2021-09-09T14:57:27+02:00