Zaniolo come De Rossi: mostra i “gioielli” ai tifosi della Lazio

Convulso finale di derby nella Capitale: gestaccio del 22 giallorosso, furia Mourinho per le decisioni arbitrali

27 Settembre 2021

Nicolò Zaniolo incastrato da Anna Falchi e altri tifosi presenti allo stadio. La Roma perde il primo derby dell’era Mourinho per 3-2, contro una Lazio più solida e decisamente più cinica sotto porta. Il migliore in campo per i giallorossi è stato proprio lui: il numero 22, gioiellino di casa, che però sul finale di partita si è lasciato andare a qualche gesto di stizza all’indirizzo dei tifosi laziali. Vecchie frizioni e ruggini del passato con gli eterni rivali. Al momento di gioia per la vittoria del derby da parte dei biancocelesti, Zaniolo si è girato verso di loro toccandosi i genitali e mostrando il dito medio, imitando Daniele De Rossi in un Roma-Lazio del passato, un gesto palesemente antisportivo che gli potrebbe costare anche una giornata di stop e una multa da pagare.
In tribuna a riprendere il tutto ci ha pensato la conduttrice Anna Falchi, fedele tifosa della Lazio, che scrive: “Riprendevo il campo a fine derby… La risposta di Zaniolo ai laziali!”.

Le proteste della partita più sentita della capitale non finiscono qui. Mourinho a gara terminata ai microfoni di DAZN inveisce: “L’arbitro ha sbagliato in campo, il Var pure lì da dove si trova. Questo è troppo. E poi secondo giallo a Leiva sarebbe stato importante, giocare in dieci fa la differenza: ci sono state situazioni simili a quella di Pellegrini con l’Udinese, per lui rosso e oggi niente. Ho visto serenità, orgoglio, squadra e qualità di gioco, meritavamo un risultato diverso. L’arbitro è stato decisivo”. Terminata l’intervista con l’emittente streaming lo Special One tenta di andare a parlare con i giornalisti in conferenza stampa, ma le modalità scelte dalla Lazio non glielo permettono (solo domanda a distanza e non in presenza), il portoghese agitato per la situazione esclama: “Mettetevele nel c*** queste modalità, io voglio parlare con i giornalisti”. Urlando al delegato della Lega Serie A che ribadiva come fosse la Lazio a gestire certe regole.

2021-09-27T12:56:07+02:00