VIDEO| Mèsa: “La musica è più di un sogno, è una scelta quotidiana”

La promessa di Bomba Dischi torna a tre anni dal debutto e pubblica il secondo disco: "Romantica"

Scritto di notte quando i pensieri si fanno più fitti, fondamentalmente per superare una delusione d’amore. Si potrebbe riassumere così “Romantica”, il secondo disco di Mèsa, fuori da qualche giorno.

Cantautrice per vocazione, romana di Roma e promessa di Bomba Dischi, l’artista torna sulla scena a tre anni dal suo debutto con “Touché”. Qualche mese dopo, a marzo 2019, la incontravamo per la prima volta durante uno dei suoi live, con la consapevolezza che quella ragazza non si sarebbe più fermata.

LEGGI ANCHE: Dal palco di #Radio2IndieLive Mèsa si racconta. L’intervista

Così è stato, peccato che in mezzo sia arrivata una pandemia a mettere i bastoni tra le ruote. Una situazione emergenziale che ha contribuito al rinvio della pubblicazione di nuova musica.

Ce lo ha confermato la stessa Mèsa quando, qualche giorno fa, l’abbiamo rincontrata, questa volta, a distanza. “Romantica” ora è su tutte le piattaforme e ci regala un nuovo biglietto da visita della cantautrice, al secolo Federica Messa.

Autrice dei brani ma anche produttrice e arrangiatrice, per questo progetto Mèsa ha messo le mani in pasta (non solo nella copertina del disco) più che mai immaginando il progetto dalle sua fondamenta.

Un disco “casalingo” nato in lockdown

“Ho iniziato a pensare a questi brani da sola a casa, mi sono comprata il computer che non avevo, la scheda audio, il microfono e immaginato la direzione (che dovessero prendere, ndr)”, ricorda la 30enne che, poi, ha fatto affidamento ai consigli di Giuseppe Bartolini e Andrea Suriani. Il passo in avanti più grande, però, per Mèsa è avvenuto nella primissima fase creativa: “Sentivo la necessità di semplificarmi da molti punti di vista, sopratutto da quello della scrittura. Ho cercato di essere più concisa, usare meno paroloni e metafore”.

Il risultato è un compendio sull’amore e sulla quotidianità di chi si trova ad affrontare piccoli o grandi problemi di cuore, gioie e dolori. Per attraversarli, così, Mèsa ha raccolto 8 ballad da ballare: ovvero canzoni che, nonostante i testi un po’ tristi, riescono comunque a farti muovere la testa. Il consiglio è quello di ascoltarlo di notte perché proprio nelle ore più buie è stato concepito.

Il tour

“Romantica” vedrà, però, presto la luce dei riflettori. Partirà a novembre il tour promozionale del disco, che porterà Mèsa in tutta Italia. Primo appuntamento, anteprima, al Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza domani 2 ottobre. Poi, in calendario: Milano (Arci Bellezza, 3 novembre), Roma (Monk, 6 novembre), Bologna (Slurp @ Cortile Cafè, 25 novembre ) e Pisa (Lumière, 27 novembre).

L’intervista video 

In attesa dei live, Mèsa si è raccontata ai nostri microfoni con una certezza: questo mestiere di cantautrice ha iniziato a viverlo come un sogno ma oggi è molto di più: “È una scelta quotidiana”.

Guarda il video ↓

2021-10-02T13:44:13+02:00