Non vado d’accordo con alcune compagne di classe che mi bullizzano…

Ciao mi chiamo Sofia,
ho 12 anni e frequento la prima media dallo scorso anno e dalle elementari non vado d’accordo con alcune compagne di classe che mi bullizzano penso perché sono invidiose di me. Quando ero tornata dal viaggio in California loro hanno iniziato a parlare alle mie spalle. E anche l’anno scorso facevano delle chat in cui io non potevo partecipare. Dicevano che sono brutta e faccio schifo, ma io penso perché sono invidiose di me. A causa loro non voglio più andare a scuola ma nemmeno vorrei cambiare sezione perché ho altre tre amiche in classe con cui vado d’accordo. Da quando poi è morto il mio cane pastore tedesco a cui ero molto affezionata mi sento sola e penso che nessuno mi capisca e sto molto male!!!

Sofia, 12 anni


Cara Sofia,
grazie per aver voluto condividere con noi questo momento di tristezza che vivi, proviamo ad aiutarti a riflettere su quello che accade… Da quello che ci racconti queste ragazzine che ti prendono in giro e ti escludono hanno iniziato a farlo in un momento preciso dell’anno, forse prima non accadeva ed eravate amiche? Hai provato a pensare e a riflettere se sia accaduto qualcosa in quel periodo per cui loro possono essersi in qualche modo indispettite nei tuoi confronti? Da quello che ci dici, sembri far risalire questo momento di crisi al tuo viaggio in California, è possibile che a seguito di questo viaggio anche tu abbia cambiato il tuo atteggiamento nei loro confronti o aver detto o fatto qualcosa che ha potuto ferirle?
Alla tua età è molto comune che si creino alleanze all’interno del gruppo classe. Magari può essere importante che queste bambine capiscano il male che ti stanno provocando perché potrebbero in parte non rendersene conto, prova a parlare apertamente con loro di come ti fanno sentire e se questo non funzionasse allora potresti pensare di chiedere aiuto a qualche adulto…ne hai parlato con i tuoi genitori o con qualche insegnante di cui ti fidi? Inoltre in molte scuole italiane è presente uno psicologo scolastico, che spesso ha anche il ruolo di intervenire quando ci sono dinamiche di gruppo conflittuali, prova a verificare se anche nella tua scuola è presente lo psicologo e se i tuoi genitori sono d’accordo potresti provare a parlarci. Ricordati che nella classe ci sono altre ragazze con cui hai stretto un buon legame e che reputi amiche, forse piuttosto che focalizzarti sui rapporti che non vanno, puoi provare a privilegiare le amicizie che funzionano e che ti rendono felice. Di sicuro con queste amiche potrai parlare anche della sofferenza per la morte del tuo cane e sentirti così meno sola… Torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!

 

2021-10-06T22:16:43+02:00