Aquiloni nel cielo per chiedere la libertà di Patrick Zaki

La nuova iniziativa del Festival dei diritti umani, Amnesty e Articolo21

di Andrea Sangermano

Aquiloni in cielo per chiedere ancora una volta la liberazione di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Alma Mater di Bologna in carcere a Il Cairo da quasi due anni. E’ la nuova iniziativa lanciata per domenica prossima, 10 ottobre, da Festival dei diritti umani, Amnesty e Articolo21, chiamando a raccolta quante più persone possibili.

Sugli aquiloni il disegno di Gianluca Costantin

L’idea è far volare tanti aquiloni con il disegno di Patrick, messo a disposizione dall’artista Gianluca Costantin. “Oltre a quello già visto nei cieli di Cervia, Ravenna, Palermo e Milano che domenica 10 ottobre tornerà a volare, per il secondo anno, alla Marcia per la Pace Perugia-Assisi- spiegano gli organizzatori- se ne vedranno almeno altri due, agli appuntamenti ‘One sky, one world’ di Spotorno e Foligno”. Ma l’invito è appunto esteso anche a ogni cittadino.

All’iniziativa anche la trasmissione ‘Caterpillar’

Alla campagna partecipa anche la trasmissione di Radio Rai 2 ‘Caterpillar’, che “chiede la liberazione di Patrick facendo volare più aquiloni possibili. La storia ci insegna che la speranza di liberare i prigionieri di coscienza passa proprio da qui: fare campagne pubbliche, non lasciare che cada il buio sui loro casi. Sono le ragioni che aggregano promotori di questa iniziativa per far volare più aquiloni possibili per Patrick domenica alle 15”.

2021-10-07T15:46:49+02:00