Figlia di Luna, un graphic novel dedicato a chi cresce da solo

Greta Xella esordisce da autrice unica con un fumetto che parla di malattia, famiglia e scoperta del proprio valore

C’è un nuovo inizio nel mondo del graphic novel ed è quello di Greta Xella che, per BAO Publishing, firma Figlia di Luna. L’autrice ‘disegna’ una favola iniziatica calata in un mondo fantasy. Una storia che parla delle difficoltà nel rapporto con i genitori, del bisogno di trovare un proprio posto nel mondo e di quanto non sia scontato credere nel proprio valore.
Figlia di Luna Greta Xella

Tia è ancora piccola quando sua madre si ammala, così si trova a crescere quasi da sola: la malattia pare sempre più insondabile e il padre è lontano per cercare una cura o preso ad accudire la compagna. Nel momento in cui questo male misterioso sembra diventare troppo grande, i genitori spariscono come per sortilegio. Toccherà alla piccola farsi coraggio e partire a sua volta per un viaggio irto di pericoli per capire come aiutare la sua famiglia e, soprattutto, essere forte per se stessa. 

Figlia di Luna tavola

Greta Xella, come autrice unica di storia e disegni, crea una storia dedicata al punto di vista dei figli in condizioni di difficoltà, ragazze e ragazzi senza punti di riferimento,  lasciati indietro, ma che devono trovare la propria forza per continuare a crescere.

“A volte per aiutare i propri cari bisogna prima capire meglio se stessi, ed è un viaggio di scoperta avventuroso come pochi”.

2021-10-08T14:04:48+02:00