La lezione di Adele: perdere peso per se stessi e per nessun altro

La popstar sta per tornare con un singolo ma non sono solo le cronache musicali a riempire i titoli di giornale come racconta lei stessa su Vogue

Acclamata e sempre sotto la costante lente di ingrandimento di media e fan. Non deve essere facile essere Adele. La popstar sta per tornare (il 15 ottobre) con un singolo – ‘Easy on me’ – e un disco ma non sono solo le cronache musicali a riempire i titoli di giornale. Sì, perché – nei 6 anni di silenzio lavorativo – è stato il percorso personale dell’artista a catturare la curiosità, a volte morbosa, del pubblico. La 33enne, in piena pandemia, si è mostrata sui social con parecchi chili in meno. Totalmente cambiata e, per molti, quasi irriconoscibile.

 
 
 
 
 
View this post on Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Adele (@adele)

In un nuovo corpo, Adele ora conferma di aver seguito un rigido percorso e si mostra radiosa in una doppia copertina su Vogue (Britain e US). Una dieta l’ha seguita, sì; ma non di quelle fantasiose su cui il web ha parlato a sproposito e fantasticato. Per la popstar è stato più un viaggio di rinascita, una via per combattere l’ansia, le pressioni, l’imposizione esterna ad essere sempre perfetta. L’esercizio fisico un hobby che le ha permesso di non pensare.

“La palestra è semplicemente diventata il mio tempo- spiega nella lunga intervista rilasciata al magazine- mi sono resa conto che quando mi allenavo non avevo alcuna ansia. Non si è mai trattato solo di perdere peso”.

Insomma, l’obiettivo non era modificare l’involucro: “Questa cosa l’ho fatta per me stessa e per nessun altro. Perché mai avrei dovuto condividerla? Non lo trovo affatto utile. Si tratta del mio corpo”.

 
 
 
 
 
View this post on Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Adele (@adele)

Una libertà, quella di Adele, che di libertà – sui canali patinati di quotidiani e social – sa poco. L’interprete di ‘Rolling in the deep’ è solo la punta di un iceberg che comprende milioni di ragazze (ma anche ragazzi) in tutto il mondo. Tutti, in un modo o nell’altro, costantemente giudicati a ogni minimo cambiamento del numero sulla bilancia. Trascinati in un vortice che ha al centro un modello canonico, poco fluido e irrealistico. Quest’ultimo inseguito perché “si deve”.

Oggi, più che mai, perciò, Adele insegna: si cambia perché lo si vuole e per le giuste motivazioni. Poco importa dove pende l’ago della bilancia, la richiesta è una sola: quella di essere ‘Easy on me’, per citare il titolo del prossimo singolo della cantante. Ovvero non troppo severi con la persona che si ha davanti.

2021-10-09T13:52:49+02:00