Mecna e CoCo: “In un bar di Londra abbiamo capito di essere simili”

Dal nome alla passione per le longsleeve, sono tante le cose che legano i due rapper. Da venerdì ci sarà anche un disco: "Bromance"

20 Ottobre 2021

“Chi trova un amico trova un tesoro”. No, non è una di quelle banalità che dici nei momenti di imbarazzo in una conversazione ma la sacrosanta verità. Lo è, almeno, per Mecna e CoCo. Legati nella vita da una serie di indissolubili coincidenze, i due rapper si apprestano a lanciare un progetto che li unisce ancora di più. Esce il 22 ottobre “Bromance”, il loro primo disco congiunto. Una serie di tracce che non sono da considerare dei semplici duetti ma sono molto di più. Brani nati durante alcune sessioni di scrittura in Toscana, fotografia perfetta di due ragazzi che- come suggerisce il titolo del lavoro- ormai sono quasi fratelli. Lo confermano i diretti interessati presentando l’album ai giornalisti.

Abbiamo subito capito di essere molto simili– racconta Mecna- a parte che ci chiamiamo entrambi Corrado e non è un nome molto comune, facciamo entrambi rap e siamo entrambi due esponenti di un rap un po’ diverso”. Questi i primi elementi ma i punti di connessione non finiscono qui: “Quando ci siamo incontrati a Londra per la prima volta– ricorda ancora l’artista di Foggia- abbiamo posato i telefoni sul tavolino del bar e avevamo entrambi uno smile triste come sfondo. È iniziato tutto così. Entrambi, poi, siamo molto diversi”.

Un disco nato in due settimane

Il disco congiunto non poteva che essere una conseguenza naturale:

Da tanto pensavamo di farlo– continua Mecna- dai primi pezzi fatti insieme. Abbiamo capito che c’era molto interesse nei fan quindi un po’ loro ci hanno messo la pulce nell’orecchio. Essendoci, poi, trovati sempre bene a livello personale e musicale ci siamo sempre detti: ‘Dobbiamo farlo’. Per varie ragioni è stato un po’ difficile farlo veramente ma quando siamo riusciti a trovare il momento giusto abbiamo trovato una villa in Toscana con AirBnb. Ci siamo stati due settimane e lo abbiamo scritto”.

Metodi di lavoro a confronto

Anticipato da “La più bella”, rifacimento del celebre pezzo Anni 90 di Raf, Mecna e CoCo hanno fuso i loro metodi di lavoro trovando un equilibrio perfetto tra i loro caratteri.

“È un’esperienza che mi è servita tantissimo – spiega CoCo- anche in proiezione dei miei prossimi dischi da solista. Io sono molto insicuro, penso tanto alle cose. Con Corrado ho capito che si può essere più istintivi e lasciarsi andare un po’ di più. È stato fondamentale lavorare con lui”.

In coppia hanno trovato le parole giuste per parlare di amore, di cose che li accomunano – la passione per le longsleeve è tra queste – e inquietudini da affrontare insieme. È così che “Bromance” diventa una sorta di arma che i due artisti utilizzano per esorcizzare i propri demoni. La sensibilità si trasforma in punto di forza e parlare dei propri sentimenti non è più un tabù per due che sul rap hanno costruito un’intera carriera.

La curiosità sul disco

“La più bella” nasce dal brano “Sei la più bella del mondo” di Raf. Uscito nel 1995, il singolo è stato colonna sonora dei primi amori di Mecna e CoCo. Il primo l’ha dedicata alla sua prima ragazza. “Eravamo alle medie, ho fatto proprio il gesto di prendere le cuffie e metterle da dietro nelle orecchie di lei”, dice. Il secondo l’ha dedicata a una ragazza ma solo nella sua testa. “Non ero riuscito neanche a dirle ciao”, ricorda. È proprio il mood di “Sei la più bella del mondo” che, però, è anche la chiave di lettura dell’immaginario di Mecna e CoCo, “non sapremmo parlare di altro se non di cose personali”.

Un tour in coppia

I brani di “Bromance” avranno una loro vita sul palco? I due rapper assicurano di sì: “Ci stiamo lavorando”.

2021-10-21T11:57:10+02:00