USA, balena ‘esplode’ in mezzo al mare: il VIDEO è virale

Per quanto raccapricciante, si tratta di un fenomeno assolutamente naturale

Sta facendo il giro del web il video di una balena ‘esplosa’ al largo delle coste della California.
Il corpo senza vita del cetaceo galleggiava sulla superficie dell’acqua, nei pressi di Tomales Bay quando ha fatto letteralmente ‘boom’ davanti ad un gruppo di pescatori.
Come un film dell’horror, il sangue della balena ha zampillato da ogni parte, mentre le viscere uscivano dal suo corpo.
Per quanto grottesco, è un fenomeno del tutto naturale e raramente è stato ripreso in video.
La clip risale allo scorso agosto, ma è diventata virale negli ultimi giorni.

Quando esplode una balena

Non è inusuale che una balena senza vita possa ‘esplodere’.
Quando un organismo muore, si avvia il processo di decomposizione attraverso cui vengono prodotti gas. Rapportato ad un corpo di decine di tonnellate, la quantità di gas generata è notevole.
Se i gas accumulati non trovano una via d’uscita, può avvenire un’esplosione naturale.

Balene esplosive

Uno dei casi più famosi si verificò sull’isola di Taiwan nel 2004.
Un capodoglio morto di 50 tonnellate si spiaggiò a Tainan.
La carcassa venne caricata su un camion per essere trasporta presso l’università locale Cheng Kung per l’autopsia. Durante il trasporto, nei pressi del centro cittadino, avvenne l’esplosione. Una quantità non indifferente di sangue e viscere si riversò su passanti e automobili, fortunatamente senza provocare feriti.

A causa dell’imprevedibilità del fenomeno, molto spesso si sono utilizzate le esplosioni controllate: gli operatori delimitano l’area e, solitamente dopo aver trainato la carcassa in mare, vengono utilizzati gli esplosivi.

Un singolare episodio a riguardo avvenne su una spiaggia di Florence, nell’Oregon, nel novembre 1970. Nel tentare di fare esplodere un capodoglio in decomposizione venne usata la dinamite. Tuttavia, i candelotti utilizzati furono troppi: l’esplosione gettò pezzi di carne e viscere di balena fino a 240 metri di distanza, provocando danni enormi.

2021-10-28T10:13:29+02:00