Cosa vedere ad Halloween? Ecco 24 film horror imperdibili

Spegnete le luci e alzate il volume

Passare la serata fuori o rimanere a casa?
Qualunque sia la decisione una cosa è certa: ad Halloween la parola d’ordine è “paura”!
Per quelli che hanno scelto di trascorre la notte delle streghe tra le mura domestiche, cosa c’è di meglio di una maratona di film horror?
Se non sapete cosa vedere, vi proponiamo 20 pellicole, tra classici, b-movie e novità.
Abbiamo tolto dalla lista i grandi cult, come Nightamare, Halloween, Venerdì 13, etc, etc. Li avete già visti, vero?
Che siate soli o in compagnia, la regola è solo una: spegnete le luci e alzate il volume.

(I FILM SONO IN ORDINE SPARSO)

– Scappa – Get Out (2017)
Dal genio di Jordan Peele, una perla dell’horror moderno. Acclamato dalla critica cinematografica e vincitore di un Oscar nel 2018 per la miglior sceneggiatura originale, Scappa – Get Out è una versione horror di Indovina chi viene a cena?. Tra un colpo di scena e l’altro il film trasporterà lo spettatore in un vero e proprio incubo claustrofobico…

– Babadook (2015)
Piccola perla uscita nel 2015, l’horror incontra la dimensione della mente umana e del suo lato oscuro.
Babadook è la prova che il genere horror ha ancora nuovi orizzonti da esplorare.

– Welcome to the Blumhouse (2020 -)
Serie antologica di Prime Video, gli 8 film a tema horror/thriller sono caratterizzati dalla suspense da brivido, marchio di fabbrica di Blumhouse. Ciascuna storia racconta temi comuni incentrati sulla famiglia e sull’amore come forze redentrici o distruttive ma lo fa con una prospettiva particolare, e grazie ad un variegato cast di talenti emergenti e attori affermati.

– A Quiet Place 82018)
Il silenzio è l’unica possibilità di salvezza in A Quiet Place. Il regista John Krasinski sceglie di esplorare e mescolare due registri narrativi: l’horror e il thriller si fondono mostrando l’unico comune denominatore, il soprannaturale. Peculiarità del film è il rigoroso silenzio che domina tutta la pellicola. Quest’anno è anche uscito il sequel.

– Martyrs (2008)
Un film francese da vedere assolutamente.
Due bambine diventano amiche in un ospedale, ma una di loro è tormentata da una misteriosa creatura che non le dà tregua neanche 15 anni dopo, quando irrompe in una casa e massacra una famiglia.
A quel punto accorre in suo aiuto l’amica, che ancora non sa che il vero incubo è appena cominciato.

– The Human Centipede (saga) (2009)
Disponibile solo in lingua originale, ma con sottotitoli italiani, la saga più folle mai concepita vi sconvolgerà come nessuna prima d’ora.
Dovrete avere una mente aperta e uno stomaco forte, molto forte.

– Insidious (saga) (2010 – )
Insidious non ha bisogno di presentazioni.
Dopo anni di carestia il buon cinema d’horror trova nutrimento con una nuova saga (al momento trilogia) ben concepita, avvincente, che lascia lo spettatore in perenne tensione.

– The exsorcism of Emily Rose (2005)
Ispirato ad una storia vera, all’inizio il film può sembrare un po’ “Law & Order”.
Un prete è accusato di aver causato la morte di una ragazza malata di mente, praticandole un esorcismo.
Così mentre il processo avanza, lo spettatore rivive la storia di Emily Rose, una ragazza tormentata dai demoni della mente… o demoni reali?

– Gothika (2003)
“Come puoi fidarti di qualcuno che ti crede pazza?”
Una brillante psichiatra è accusata dell’omicidio del marito.
Da medico diventerà paziente, e sarà rinchiusa nello stesso ospedale dove ha lavorato una vita.
Ma dall’altra parte del vetro scoprirà una verità agghiacciante.

– Escape room (2019)
Usare l’ingegno per trovare indizi e uscire da una stanza. E se in gioco ci fosse la vostra vita? Escape Room trasforma una delle esperienze più in voga degli ultimi anni in un vero e proprio incubo. Se il finale vi lascia col fiato sospeso, tranquilli. E’ uscito quest’anno anche il sequel.

– Cabin Fever (2002)
Lo ammetto. Sono amante del visionario talento di Eli Roth, e non poteva mancare nella lista il film che lo ha lanciato nel mondo dell’horror.
Dopo Cabin Fever, infatti, il regista sfornerà Hostel.

– Final destination (saga) (2000)
Una saga che ha originato un nuovo caso cinematografico.
Si può sconfiggere il destino?
E’ la domanda che si fanno i protagonisti dei vari capitoli dopo essere sopravvissuti a incidenti mortali grazie ad una premonizione.
Ma la morte ha un suo progetto che non permetterà a nessuno di cambiare…

– Sinister (2012)
Uno scrittore si trasferisce con moglie e figli a King County per indagare sulla tragica impiccagione di un’intera famiglia, a eccezione della figlia più piccola, misteriosamente scomparsa.
Forse era meglio non farlo…

– La Casa (saga) (1981)
Sam Raimi è probabilmente più conosciuto per aver diretto i primi tre film della serie Spider-Man, ma i cinefili spesso puntano al suo inizio, un lavoro horror innovativo come prova del suo talento. Raimi ha collaborato con l’amico d’infanzia Bruce Campbell per creare La Casa, il film che fu destinato a diventare un classico di culto e ha dato una svolta alle loro carriere.
La Casa nasce come film a sé stante ma divenne presto una trilogia.
Da gustarsi anche il remake.

– A classic horror story (2021)
Sorpresa italiana approdata quest’anno su Netflix, A classic horror story è un omaggio, come suggerisce il nome, ai classici dell’horror, mescolando citazioni e clichè del genere. Quello che ne esce è un prodotto davvero interessante. Da non sottovalutare.

– Quella casa nel bosco (2011)
Horror, mistero e comicità si mescolano egregiamente nel film esaltato dalla critica che segna il debutto alla regia per Drew Goddard.
Chi è? Uno degli sceneggiatori di serie come Lost, Buffy e Alias.

– The Conjuring (saga e spin-off) (2013 -)
Con il terzo capitolo fresco di uscita, The Conjuring è diventata una trilogia. La saga lanciata da James Wan (regista anche di Saw e Insidious), non perde un colpo. Dell’universo di The Conjuring fanno parte anche Annabelle (diventata una saga di tre film), The Nun e La Llorona.

– The Orphanage (2007)
Se ancora non lo avete visto, avete commesso un crimine contro il cinema horror. Ma fate ancora in tempo a rimediare.
“Non si deve vedere per credere, ma credere per vedere”.
Produzione spagnola di tutto rispetto, The Orphanege è stato acclamato come uno dei film che ha dato uno scossone ad un periodo sottotono (2007) del genere horror.
Originale.

– Obbligo o verità? (2008)
Teen movie horror, Obbligo o verità? trasforma il classico gioco in una sfida mortale quando qualcuno—o qualcosa—comincia a punire coloro che mentono—o che rifiutano l’obbligo…

– Black Sheep (2006)
La pecora nera andava per forza messa nella lista.
E’ un b-movie di puro trash, qualcosa che a guardare ci si chiede perché sia stato concepito.
Ma se vi definite horror-cinefili, allora NON potete perderlo. Vi resterà nel cuore….

– Ju -on (2000)
L’horror orientale ha stabilito le regole dei film dell’orrore degli ultimi decenni.
Qui vi consigliamo Ju-on – la versione originale, non il remake di Hollywood -, ma potete optare per tutta la corposa lista di film d’horror orientali, tra cui Ringu, Kairo, Dark Water, Shutter, The call, The Eye, The Park, Phone, solo per citarne alcuni.

– Session 9 (2001)
Prima di American Horror Story Asylum un altro manicomio ha messo i brividi.
Session 9 è un cult in grado di spiazzare lo spettatore, e farlo saltare dalla sedia.
Non vedrai l’ora che finisca per uscire dall’incubo.

– Veronica (2017)
Veronica è un film horror spagnolo distribuito da Netflix. Ispirato a fatti realmente accaduti, quando è uscito sulla piattaforma è stato subito un successo. La storia di per sé è segue alcune tematiche già utilizzate nei film horror (una ragazza, una seduta spiritica, uno spirito maligno), ma è come viene affrontato il tutto che lo ha reso un piccolo cult.

– The Mothman Prophecies (2002)
Non è un film d’horror, ma i brividi li fa venire eccome.
Forse è più horror di molti altri film del genere usciti negli anni.
La tensione, un senso di inquietudine vi terrà compagnia per tutto il film.
Che poi è anche tratto da una storia vera….

 

2021-10-28T11:59:36+02:00